/ Attualità

Attualità | 09 febbraio 2019, 10:25

A Pinerolo inizia il Carnevale con il Gianduja del “grazie”

Oggi arriva in treno con la nuova Giacometta per far sorridere anziani e bambini

A Pinerolo inizia il Carnevale con il Gianduja del “grazie”

“Agli anziani piace ricordare il passato e ciò che erano. Gianduja li fa tornare bambini e a qualcuno scende una lacrimuccia... Chissà cosa pensano?”. Un pensiero delicato e un sospiro emozionato. Il Gianduja di Pinerolo è così. Si è “formato” negli ospedali, facendo il clown di corsia, e l’esperienza da maschera di carnevale l’ha completato come uomo e anche come personaggio.

Davide Gozzi, presidente dei nasi rossi pinerolesi di Vip (Vivere in positivo), per il secondo anno veste questi panni e sente di averne fatta di strada: “L’anno scorso ero un clown che faceva Gianduja, oggi mi sento Gianduja che fa Gianduja – racconta a cuore aperto – Ricoprire questo ruolo mi ha completato. C’è chi nota che cammino anche diversamente, con le spalle distese e la testa in alto...”.

Parlare con lui è un continuo passaggio dall’ironia alla serietà su quel filo sottile che contraddistingue i personaggi comici. “Quest’anno voglio essere un Gianduja che fa pensare e ho scelto come tema l’accoglienza”, una scelta che l’ha fatto presto “impallinare” sui social network. “Non voglio fare discorsoni, oggi è difficile parlare di accoglienza, ma io vorrei partire dalle basi – rivela – Dire “grazie” è il primo gesto di accoglienza”.

Gozzi si è accorto sulla sua pelle che fare la maschera di Carnevale non dura solo 40 giorni: “I bimbi in strada mi riconoscono e mi salutano – racconta con il sorriso – Persino un cassiere al supermercato mi ha sorpreso, dicendomi: ‘Gianduja cosa le posso dare?’”.

Oggi inizia ufficialmente il Carnevale a Pinerolo e Gozzi riceverà le chiavi della città dal sindaco Luca Salvai. Arriverà in treno alla stazione ferroviaria alle 15,45 con la nuova Giacometta e le Giacomettine. Al suo fianco ci sarà Sara Quero, 36 anni, che ha già vestito 5 volte i panni di Giacometta: “Sapevo che Davide cercava qualcuna per questo ruolo e mi sono proposta”. Il rientro non la spaventa, ma la emoziona e assicura di avere “la camicia già pronta”.

Il corteo attraverserà piazza Garibaldi, via Brignone e piazza Vittorio Veneto, per arrivare di fronte al Comune, dove si terrà la cerimonia della consegna delle chiavi. Il primo atto del Carnevale pinerolese si chiuderà con un piccolo rinfresco nella sede di piazza Vittorio Veneto 8 della Pro loco, che assieme al Comune organizza i festeggiamenti.

Marco Bertello

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium