Politica - 09 febbraio 2019, 10:21

Scontro governo-Francia, Chiamparino: "I piemontesi se ne intendono di guerra vera: queste sono farse elettorali"

Il governatore commenta le recenti tensioni che hanno portato Parigi a richiamare l'ambasciatore a Roma

Scontro governo-Francia, Chiamparino: "I piemontesi se ne intendono di guerra vera: queste sono farse elettorali"

"I piemontesi se ne intendono di guerre vere alla Francia: sono stati definiti "bugianen" all'Assietta perché non arretravano. Quelle guerra erano vera, mentre queste sono farse elettorali per nascondere i loro problemi a cui bisogna mettere fine rapidamente".

Così il presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino, prima della presentazione allo Sporting Dora del suo manifesto "Sì, al Piemonte del sì", commenta la querelle tra il governo (e soprattutto la sua componente a Cinque Stelle) e la Francia. 

Una situazione che nei giorni scorsi ha raggiunto l'apice con la decisione del governo transalpino di richiamare a Parigi l'ambasciatore presente a Roma. E che ha scatenato una serie di reazioni di solidarietà in Italia che hanno visto, per esempio, in Piemonte l'esposizione del tricolore francese da parte dell'Università di Torino o del Comune di Cuneo.

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:
SU