/ Attualità

Attualità | 11 febbraio 2019, 11:32

Nella domenica dello sciopero dei vigili, caos fuori dalle Molinette nei parcheggi riservati ai taxi

Auto che occupavano abusivamente gli spazi riservati ai taxisti, ma chiamare il 112 era esercizio inutile

Nella domenica dello sciopero dei vigili, caos fuori dalle Molinette nei parcheggi riservati ai taxi

Nella domenica dello sciopero dei mezzi pubblici si è registrata anche l’astensione dal lavoro dei vigili urbani. Risultato: nella giornata di ieri, in alcune zone di Torino, è stato ancora più complicato del normale muoversi, ma anche e soprattutto parcheggiare.

Ma c’è stato anche chi, forse perché sapeva che avrebbe corso meno rischi del solito (o addirittura nessuno) ha pensato bene di andarsi a mettere con la propria auto sui posti riservati ai taxi. E’ successo nel tardo pomeriggio di fronte alla Molinette, come testimoniano le foto che corredano questo articolo. I taxisti che hanno provato a rivendicare le proprie ragioni e il diritto di poter occupare spazi di loro pertinenza hanno raccontato di essere stati presi a brutte parole. “Sono stato apostrofato con toni a dir poco minacciosi dall’occupante di una vettura”, ha raccontato Riccardo Rubino, taxista appartenente al sindacato Usb.

Ce ne sarebbe forse anche per parlare di interruzione di pubblico servizio, visto che si trattava dell’area esterna ad un grande ospedale, ma Rubino e gli altri guidatori coinvolti da questa spiacevole situazione hanno scelto il basso profilo. “Il guaio è che, quando abbiamo telefonato al numero unico delle emergenze, ci è stato risposto che questa era competenza dei vigili, che solo loro potevano intervenire per far spostare le auto abusivamente in sosta”. Peccato che lo sciopero della Polizia Municipale rendesse impossibile un loro intervento.

Risultato: i taxisti hanno dovuto diligentemente aspettare che si liberassero gli spazi oppure parcheggiare lontano e non negli spazi loro riservati, rendendo più complicata la vita anche a coloro che volevano prendere una vettura uscendo dalle Molinette. Una caos di cui si sarebbe potuto fare volentieri a meno.

Massimo De Marzi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium