/ Politica

Che tempo fa

Cerca nel web

Politica | 11 febbraio 2019, 17:28

Bufera sui social a Pinerolo tra il Partito Democratico e il Movimento Cinque Stelle

Scambio di accuse tra il segretario Dem Stefano Ricchiardi e il capogruppo grillino in Consiglio comunale, Giorgio Pittau

Bufera sui social a Pinerolo tra il Partito Democratico e il Movimento Cinque Stelle

“Questione di gusti: il Pd per esempio con la mafia si trova a proprio agio”. Questa frase ha scatenato una polemica tra Pd di Pinerolo e il capogruppo del Movimento Cinque Stelle in Consiglio comunale.

La frase fa parte di un scambio di battute con un iscritto del Pd pinerolese, nato da un post su Facebook sulla decisione francese di ritirare l’ambasciatore da Roma.

Ai vertici locali del Pd, questa uscita non è piaciuta per niente e l’intervento del segretario Stefano Ricchiardi, nei confronti di Giorgio Pittau, non si è fatto attendere: “Per l'ennesima volta, ha smesso i panni istituzionali ed è sceso in curva esprimendo giudizi sprezzanti per il Pd, i suoi iscritti ed i suoi simpatizzanti, incurante o smemorato delle battaglie che proprio il Pd, e più in generale la sinistra italiana, ha combattuto per il ripristino della legalità in Italia – è la replica del segretario dei Democratici –. Spiace constatare che di fronte alle critiche di merito su provvedimenti e azioni del governo a trazione giallo verde, in aperta contraddizione con le promesse del M5S, dal condono edilizio al decreto sicurezza solo per citarne due, il signor Pittau la butti in caciara e tiri in causa il Pd”. Ricchiardi chiude, chiedendo le scuse: “Pretendiamo pertanto le sue scuse, quelle del Movimento e la presa di distanza del sindaco da tali affermazioni, a tutela dell'immagine e onorabilità dei nostri iscritti e simpatizzanti e degli elettori che votano il Partito Democratico”.

Una richiesta caduta nel vuoto. Dopo poco tempo, infatti, il capogruppo dei Cinque risponde con una “precisazione”: “Alla falsa accusa ricevuta di ‘aver fatto un governo con Borghezio’ intendendo in realtà la Lega, ho risposto che per contro ‘il PD con la mafia si trova a proprio agio’. Il senso è piuttosto evidente, ma per chi non è in grado di comprenderlo lo esplicito meglio – scrive Pittau sulla sua pagina Facebook –. Il PD non ha avuto problemi a sostenere due governi ed una (tentata) riforma costituzionale con Forza Italia, partito fondato da chi finanziava la mafia e da chi ne appoggiava in maniera fattiva le attività. Cosa che il M5S ha escluso fin da subito proponendo il contratto di governo al PD, alla Lega ed escludendo Forza Italia”. Dopodiché Pittau non rinuncia a una punzecchiatura sul caso Mafia Capitale, per chiudere con un’ironia polemica: “Ringrazio il Circolo PD di Pinerolo, nella persona del Segretario Stefano Ricchiardi, per avermi dato l'occasione di precisare il mio pensiero”.

Marco Bertello

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium