/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 12 febbraio 2019, 16:36

Notai, commercialisti, medici e assistenti sociali a scuola di Islam all'Università di Torino

Da aprile previste 5 lezioni, da 5 ore, di Alta Formazione presso l'Ateneo sabaudo

Notai, commercialisti, medici e assistenti sociali a scuola di Islam all'Università di Torino

Notai, commercialisti, ma anche medici, psicologi e assistenti sociali a scuola di Islam all'Università di Torino.

Nell'ambito del progetto PRIMED (Prevenzione e Interazione nello Spazio Trans-Mediterraneo) - che coinvolge oltre 20 Atenei, tra Università italiane e quelle dei Paesi OCI (Organizzazione della Cooperazione Islamica), a  metà aprile verranno attivati corsi di Alta Formazione presso l’Ateneo sabaudo.

A Torino le 5 lezioni, da 5 ore, saranno rivolte a personale dell’area medica e socio-sanitaria, dei servizi socio-assistenziali ed economici. Prevista per tutti un’introduzione all’Islam di base,come fenomeno sociale e religioso, a cui seguirà un approfondimento specifico diverso per ciascun settore, per colmare i “gap” tra le due culture. Basti pensare, ad esempio, che la finanza islamica -a differenza di quella italiana - non ammette profitto sui prestiti. Diversità di visione che possono emergere anche in una corsia di un ospedale o in coda ad uno sportello dell’anagrafe.

“Sappiamo –ha commentato la viceministra agli Affari Esteri Emanuela Del Re, oggi al Rettorato di Torino per la presentazione del progetto Primed -che siamo in un mondo globalizzato, dove le reti di radicalismo sono forti.”  “In Italia  -ha aggiunto –abbiamo però trovato strategie di integrazione e progetti come questo, che secondo me hanno un valore fondamentale per contrastare questi fenomeni.”

Sempre nell'ambito del progetto PRIMED verrà attivato un Master di primo livello "Studi sull'Islam d'Europa" presso l'Università di Padova e del Piemonte Orientale.

 

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium