/ Sommario

Che tempo fa

Cerca nel web

Sommario | 12 febbraio 2019, 19:04

Pinerolo, la dirigente contestata non rientra in scuola

Caso Revello: L’Istituto comprensivo 4 di Pinerolo resta sotto reggenza fino a fine anno scolastico

Pinerolo, la dirigente contestata non rientra in scuola

 

Il 6 febbraio doveva terminare il suo periodo di assenza e nei giorni precedenti non si sapeva ancora se sarebbe tornata o meno, ma ora è certo che la dirigente scolastica Patrizia Revello non rientrerà al suo posto alla guida dell’Istituto comprensivo 4 di Pinerolo per concludere l’anno scolastico in corso. I plessi che fanno capo a Pinerolo 4 saranno quindi retti ancora da Maria Teresa Ingicco.

Quella di Revello è una storia che parte da lontano: diverse scuole si sono lamentate del suo operato in questi anni. Sul territorio, pochi anni fa, c’era stato il caso di Luserna San Giovanni, dove si erano mossi anche i genitori perché lasciasse il ruolo di dirigente.

I problemi si sono ripetuti a Pinerolo, dove l’anno scolastico 2017-2018 è stato a dir poco travagliato. Diversi sono stati i fronti di contesa con la dirigente. Il primo è stato quello con le associazioni come la Cestistica Pinerolo e il Circolo Pablo Neruda, che si sono visti negare le chiavi della palestra della media della zona Serena: il braccio di ferro è durato molte settimane e ci è voluto un blitz del sindaco Luca Salvai per sbloccare la situazione.

Dopodiché si è aperto il fronte dei problemi gestionali che hanno reso dura la vita dei singoli plessi, portando gli insegnanti responsabili a dimettersi a raffica. Il malcontento è cresciuto anche tra i genitori e sono intervenuti anche i sindacati.

La protesta contro le inefficienze della dirigente era sfociata in una manifestazione di fronte ai cancelli della media Silvio Pellico, il 30 maggio scorso: il testimonial scelto per l’occasione era il fumetto Mafalda, noto per il suo “Basta”.

Nel frattempo, sollecitato da più parti, si è mosso anche l’Ufficio scolastico regionale che ha disposto un’ispezione per fare un quadro della situazione.

In estate è poi arrivata la notizia dell’assenza di Revello per 6 mesi e della conseguente reggenza. Allora non se ne conoscevano i motivi, nero su bianco, come non li si conoscono oggi, ma la speranza dei genitori è che l’esperienza complicata dell’anno scolastico 2017-2018 non si ripeta più. Ancora più determinato è il sindaco Flc-Cgil: “Noi monitoreremo la situazione, perché vogliamo che sia risolta una volta per tutte e non venga traslata su altre scuole” è la linea della responsabile Elena Giovannetti.

 

Marco Bertello

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium