/ Politica

Che tempo fa

Cerca nel web

Politica | 16 febbraio 2019, 18:20

Migranti. Daniele Viotti e Maurizio Martina a Oulx per vedere cosa succede

Si è svolto ieri sera, venerdì 15 febbraio, l'incontro informale tra i due parlamentari e il sindaco di Oulx Paolo De Marchis, presenti altri amministratori, i volontari di Rainbow for Africa e Il Pulmino Verde

Migranti. Daniele Viotti e Maurizio Martina a Oulx per vedere cosa succede

Daniele Viotti, parlamentare europeo piemontese, è tornato a Oulx per vedere cosa succede ai confini con la Francia. Questa volta con lui è andato Maurizio Martina, primo dirigente nazionale del Pd a decidere di verificare con mano quanto accade in quei territori.

"Dopo aver portato l'ex ministro francese Jean Arthuis, sono contento di essere tornato con Maurizio Martina, candidato segretario del Partito Democratico" dichiara Viotti. "C'è un pezzo di politica che non si gira dall'altra parte, che va ad ascoltare, vedere, e prova a fare qualcosa. Sono andato altre volte a Oulx, come a Bardonecchia e a Ventimiglia, continuerò a essere presente perché si accendano i riflettori sulla situazione dei migranti".

Si è svolto ieri sera, venerdì 15 febbraio, l'incontro informale tra i due parlamentari e il sindaco di Oulx Paolo De Marchis, il vice sindaco Paolo Terzolo, il vice sindaco di Bardonecchia Chiara Rossetti, l'assessore di Bardonecchia Piera Marchello, il vice sindaco di Condove Jacopo Suppo e i volontari di Rainbow for Africa e Il Pulmino Verde.

"Abbiamo parlato del decreto sicurezza, di come cambia e cambierà in peggio la situazione, delle difficoltà che si apriranno quando termineranno o si ridurranno drasticamente i fondi, dei “nuovi” migranti, quelli che erano già inseriti in percorsi sprar, che stavano imparando bene l’italiano e avevano trovato lavoro, ma, che, per paura del decreto sicurezza, cercano di varcare il confine. Abbiamo approfondito il cosiddetto “smonta-Salvini”, l’emendamento che ho inserito nel bilancio europeo 2019 per permettere ai comuni di accedere direttamente ai fondi europei per l’accoglienza, di come portare avanti questo impegno con la Commissione europea". 

"Ancora una volta - conclude Viotti - ci siamo resi conto di come, in questa nostra Italia, c’è chi mette una pezza alle mancanze di altri. Le politiche migratorie di questo Governo sono inumane. Non voler capire e vedere cosa succede è da criminali. C’è bisogno di una rivoluzione: quella del rispetto della dignità umana".

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium