/ Politica

Politica | 05 marzo 2019, 13:44

Cinque milioni di euro per le iscrizioni agli asili nido: aiuti per 8-10mila famiglie

Il contributo del Buono regionale va dai 50 ai 70 euro al mese per le rette ed è riservato a chi ha fino a 15mila euro di Isee

Cinque milioni di euro per le iscrizioni agli asili nido: aiuti per 8-10mila famiglie

È uno degli strumenti che la Regione mette in campo per contrastare, almeno in parte, il fenomeno sociale che vede un invecchiamento progressivo e una parallela difficoltà a mettere su famiglia. Con il Buono Nidi vengono messi sul tavolo 5 milioni di euro che possano (con un contributo che va dai 50 ai 70 euro) aiutare i genitori a mandare i piccoli all'asilo e pagare almeno in parte la retta.

Il servizio sarà gratuito per chi ha un Isee inferiore ai 10mila euro. Ma potranno fare richiesta di un contributo tutti coloro che non superano la soglia dei 15mila euro, che riceveranno un aiuto tale da dover pagare poco più di due caffè al giorno, per mandare i piccoli al nido.

"Saranno coinvolti circa 8-10mila bambini - commenta il governatore Sergio Chiamparino - tra i 3 mesi e i 3 anni. E speriamo che in questa maniera si possano aiutare anche famiglie che altrimenti non avrebbero la possibilità di mandare i propri figli all'asilo".

"La misura arriva a fine legislatura perché abbiamo cercato di raccogliere tutte le possibilità economiche degli avanzi di bilancio - aggiunge Gianna Pentenero, assessore regionale all'Istruzione - e al momento l'indice di copertura dei servizi per la prima infanzia in Piemonte è del 32,6%, a fronte di un obiettivo europeo del 33% entro il 2020. Tuttavia il calo demografico ha portato a far sì che, dopo anni di liste d'attesa, oggi il 15% dei posti in asilo sono liberi, ovvero circa 4100".

"La speranza - prosegue - è anche di incentivare le donne a cercare un posto di lavoro, senza dover rinunciare per le difficoltà a badare ai figli. E al tempo stesso vogliamo incentivare la genitorialità".

Massimiliano Sciullo

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium