/ Eventi

Che tempo fa

Cerca nel web

Eventi | 13 marzo 2019, 08:38

Cumiana e Orbassano, un weekend a teatro tra Donne contro la mafia e Frida Kahlo

Gli spettacoli saranno ospitati il 23 e il 24 marzo al teatro Carena e al teatro Pertini

Cumiana e Orbassano, un weekend a teatro tra Donne contro la mafia e Frida Kahlo

Doppio appuntamento teatrale, da segnare in agenda, tra Cumiana e Orbassano. Il primo evento è fissato per sabato 23 marzo, proprio a Cumiana presso il teatro Carena alle 21 con "Donne e mafia" di Simonetta De Nichilo (che è anche regista) con Chiara Carpentieri, Simonetta De Nichilo, Anna Rita Gullaci, Matilde Piana, Viviana Picariello, Tiziana Santercole e Chiara Spoletini.

 

In occasione della "Giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie", uno spettacolo testimonia una realtà femminile in cui forza morale, coraggio, capacità di affermare i propri valori, unite all’amore (un amore fatto anche di stima: per figli, fratelli o mariti, vittime della ferocia mafiosa), aiutano a sfidare coraggiosamente un sistema. Sono donne che osano opporsi non solo all’organizzazione mafiosa ma alla stessa cultura di cui Cosa Nostra si è sempre circondata. Donne e Mafia si apre come un racconto dal sapore e dalle sonorità antiche, usa la struttura della tragedia greca, e poi piano piano lo spettatore viene trasportato fino ai nostri giorni. Lo spettacolo mostra che la mafia non è un fenomeno situato in un tempo e un luogo lontano ma è oggi e qui. La mafia esiste, è in mezzo a noi, dentro di noi. Oggi più potente di ieri: si è infiltrata nei nostri comportamenti e l’illegalità per molti è diventata un modello per “vincenti”.

Il giorno successivo, invece, l'appuntamento si sposta a Orbassano: al Teatro Pertini, per Domenica in famiglia, va in scena "Il sogno di Frida" di Annapaola Bardeloni, con Francesca Giacardi Maria Teresa Giachetta e la regia proprio di Annapaola Bardeloni.

Lo spettacolo racconta la vita della celebre artista Frida Kahlo, fin dai suoi sogni di bambina. Uno dei sogni più forti è quello di ballare, ma Frida non può ballare: le sue gambe non glielo permettono. Allora si inventa una vita “altra” dove la sua amica del cuore immaginaria balla al posto suo, ride quando lei vorrebbe piangere, tace e la osserva ogni volta che vorrebbe star sola. Sarà proprio la sua amica a svelarle che sarà la pittura la sua danza, che il suo non sarà un futuro facile, ma pieno di bizzarro amore e colore, che la sua diversità la renderà unica, inimitabile e indimenticabile! Frida è figlia del Messico dove le piogge fanno nascere fiori bellissimi. E lei è uno di quelli.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium