/ Attualità

Attualità | 14 marzo 2019, 07:17

Fantacalcio online: 10 consigli per i fantallenatori alle prime armi

Questo gioco nasce nel giugno 1988, alla vigilia dei campionati Europei, basato su una struttura di regole studiate attraverso tre lunghi anni e in gran parte mutuate dai fantasy game statunitensi già in voga all’epoca

Fantacalcio online: 10 consigli per i fantallenatori alle prime armi

L’Italia ed il calcio: un connubio che va ben oltre la passione per uno sport capace di attirare l’attenzione di milioni e milioni di utenti. Quella per il calcio è fede, tanto che negli anni gli italiani hanno “inventato” diversi modi per vivere questo meraviglioso sport 360 gradi.

Quello di maggior successo è senza dubbio il Fantacalcio. Un gioco fantasy che appassiona grandi e piccini da più di 30 anni, da quando il suo inventore – Riccardo Albini – seduto al tavolo del bar Goccia d’Oro di Milano insieme agli amici diede vita ad un vero e proprio fenomeno unico ed irripetibile.

Questo gioco nasce nel giugno 1988, alla vigilia dei campionati Europei, basato su una struttura di regole studiate attraverso tre lunghi anni e in gran parte mutuate dai fantasy game statunitensi già in voga all’epoca. Il primo Fantacalcio è a conduzione familiare, anzi, amicale, con 7 ragazzi che si ritrovano per la prima, storica, asta ai tavoli del bar “Goccia d’oro” di Milano. Nel 1990 uscì il primo regolamento di gioco e da lì nacque l’accordo con la Gazzetta dello Sport, arrivato nel 1994. Oggi i romantici continuano a fare l’asta ritrovandosi tutti insieme, mentre le giovani generazioni, com’è giusto che sia, si affidano ovviamente al web, ai tantissimi siti di fantacalcio che mettono a disposizione la loro piattaforma per facilitare aste e soprattutto conteggi al termine di ogni giornata.  Ma come si vince al fantacalcio? Ecco 10 consigli utili per tutti i fantallenatori.

Conoscere i calciatori

Ebbene sì, non si può non partire dalla conoscenza dei calciatori da prendere all’asta. Un buon fantallenatore deve sempre conoscere le caratteristiche dei calciatori che andranno a comporre la propria rosa a disposizione lungo tutto il fantacampionato. Questo perchè uno dei segreti è quello di bilanciare bene la squadra da mettere in campo domenica dopo domenica.

Come fare l’asta

L’asta è uno dei momenti clou del fantacalcio. C’è chi preferisce un’asta aggressiva, chi attendista. La realtà sta nel mezzo. Gli esperti dei consigli sul Fantacalcio, infatti, optano per un’asta attenta ed oculata, con diverse accelerate su quei calciatori che possono fare la differenza.

Una rosa affidabile

Una rosa di Fantacalcio possiamo considerarla affidabile se abbiamo in rosa almeno un elemento di spessore per ogni ruolo, il titolare Fisso per intenderci. Giocatori di prima fascia sono da considerare titolari fissi, per il semplice fatto che o giocano in squadre importanti, dunque vincono spesso e spesso prendono il  6 o più in pagella.

Le seconde scelte

Oltre ai titolari fissi bisogna poter puntare su calciatori di seconda fascia che garantiscano bonus e buoni voti. Ovviamente questi calciatori costeranno meno rispetto a quelli di prima fascia, ma con un po’ di fortuna potranno garantire bonus importanti per la vittoria finale.

Gli outsider

Giocare al fantacalcio vuol dire dare libero sfogo alle proprie competenze calcistiche. Spesso, infatti, basta avere l’intuizione giusta per avere successo. Durante l’asta, dunque, occhio agli outsider, ossia quei calciatori che nessuno sogna di prendere ma che, per un motivo o per un altro, possono esplodere da un momento all’altro e regalarci tanti gol ed assist.

Il portiere

Quella del portiere, non ci stancheremo mai di ripeterlo, è una scelta fondamentale per non rendere inutili i bonus guadagnati dai giocatori di movimento. Il portiere, infatti, vive più sui minus che riesce a evitare che non sui più rari bonus (un rigore parato, la porta inviolata in alcune leghe più sperimentali). 

La difesa

Il 18-20% del budget predefinito dovrebbe essere sufficiente a creare una buona rosa difensiva, ma se avete intenzione di schierare la difesa a 4 si può spendere qualcosina in più, ovviamente per i calciatori top.

Il centrocampo

Il centrocampo può essere il vero segreto del fantacalcio. Perchè avere centrocampisti che segnano significa avere degli attaccanti in più in rosa. In generale per il centrocampo non dovreste superare il 30% del vostro budget, ma se avete intenzione di giocare sempre con la linea a 4, potete sforare un po’, specie se avete risparmiato in difesa.

L’attacco

L’attacco è ovviamente la zona del campo più importante del gioco, quella che può garantirvi più bonus e dove l’asta impazzirà. Dovreste arrivare a questa fase con almeno il 40% delle risorse disponibili, meglio se con qualcosa in più, in alcune aste sproporzionate si arriva fino al 70%. Puntate subito sui top player: è stato dimostrato che il prezzo di un giocatore tende a salire dopo le prime chiamate, per poi scendere sul finale dell’asta.

I moduli

Al fantacalcio si gioca all’attacco. Per questo motivo quasi tutti i fantallenatori scelgono il modulo 3-4-3 che dà la possibilità di schierare il maggior numero di attaccanti e centrocampisti allo stesso tempo. Per chi invece ha in rosa diversi centrocampisti con lo spiccato senso del gol, non bisogna sottovalutare il 3-5-2. Chi invece punta sui difensori affini al bonus può scegliere il 4-3-3.

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium