/ Cronaca

Cronaca | 14 marzo 2019, 17:58

Gli incendi spaventano il torinese: vigili del fuoco al lavoro, si teme l’innalzamento del vento

Fiamme ormai da tre giorni: la paura è che possa alzarsi ancora il vento nel tardo pomeriggio, complicando le operazioni di spegnimento

Gli incendi spaventano il torinese: vigili del fuoco al lavoro, si teme l’innalzamento del vento

Gli incendi continuano a spaventare il Canavese e il Torinese. Rimane alta l’emergenza sulle montagne di Corio, Cafasse e Givoletto, dove gli incendi boschivi stanno tenendo impegnati circa 100 uomini tra vigili del fuoco e volontari Aib.

La situazione rimane critica, soprattutto a causa del forte vento. Vento che, secondo le previsioni, dovrebbe innalzarsi nuovamente con l'avvicinarsi della sera.  Uno dei problemi principali è la vastità degli incendi boschivi, che abbracciano una zona molto grande delle montagne. A Givoletto 20 persone sono state evacuate per prefazione, a causa delle fiamme che si sono spinte tanto in basso da lambire la zona abitata.

Ai tre Canadair e ai quattro elicotteri regionali, si è aggiunto in mattinata un Eickson: quest’ultimo potrebbe fare un contributo decisivo allo spegnimento degli incendi. “Li avremmo già spenti se non fosse per il forte vento”, confidano i vigili del fuoco.

Intanto i carabinieri sono alla ricerca degli inneschi:  l’ipotesi dolosa è sempre più probabile.

Andrea Parisotto

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium