/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | 14 marzo 2019, 11:05

Incendi boschivi, torna l'emergenza roghi. Uncem: “Grazie ai volontari Aib, ai vigili del fuoco, a chi è impegnato sul fronte”

“Necessaria una urgente politica forestale nazionale”

Incendi boschivi, torna l'emergenza roghi. Uncem: “Grazie ai volontari Aib, ai vigili del fuoco, a chi è impegnato sul fronte”

 

"L'emergenza incendi nelle ultime ore in tutte le aree montane del Piemonte, in particolare della Provincia di Torino, nelle Valli di Lanzo, Ceronda e Casternone, Bassa Val di Susa, mi spinge a ringraziare di cuore tutti i volontari del Corpo AiB Piemonteguidati da Sergio Pirone, con i Dirigenti regionali Sandra Beltramo e Cristina Ricaldone. Con loro ringrazio i Vigili del Fuoco, le Forze dell'Ordine e la Croce Rossa per l'impegno sui fronti in queste ore complicate". Lo afferma Lido Riba, Presidente Uncem Piemonte, assieme alla Vicepresidente Paola Vercellotti e al Presidente Marco Bussone.

"Il nostro sistema di Protezione civile dimostra un'efficienza e un'efficacia esemplari in Europa e nel mondo. I cambiamenti climatici sono evidenti in questi giorni di fine inverno, ma mi auguro con tutti i Sindaci e le Amministrazioni che, se verrà accertato dai Carabinieri Forestali l'origine dolosa dei fuochi, vengano individuati al più presto e puniti i responsabili. I Sindaci e le comunità vivono ore di ansia in molti Comuni montani. Sono eventi troppo ricorrenti questi incendi. Negli ultimi anni si sono moltiplicati ed estesi. Richiedono investimenti ingenti di uomini e mezzi. La Regione Piemonte dimostra, in particolare con il Corpo Aib, una grandissima forza e altissima professionalità. Mi unisco ai Sindaci dei territori interessati dai roghi. Li ringrazio perché ancora una volta, senza chiedere e avere nulla, stanno impegnando tempo, fatiche, professionalità per le loro comunità e il loro territorio. Un sacrificio e un impegno che commuovono e che lo Stato deve riconoscere con una costante attenzione all'impegno degli Enti locali nella coesione e nella tutela del Paese, delle Amministrazioni nel rendere meno complessi questi momenti per i cittadini dei Comuni montani. Mai come oggi possiamo dire che l'esigenza di una integrata politica forestale nazionale è necessaria, urgente, imprescindibile".

 

 

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium