/ Cronaca

Cronaca | 19 marzo 2019, 17:22

Piazza San Carlo, la banda dello spray vuole patteggiare

Gli imputati sono dieci. Cominciata l'udienza preliminare

Piazza San Carlo, la banda dello spray vuole patteggiare

Vuole patteggiare la maggior parte dei componenti della cosiddetta "banda dello spray", il gruppo di giovanissimi torinesi di origini magrebine che scatenò il panico in Piazza San Carlo la sera del 3 giugno 2017, notte della finale di Champions League Juventus-Real Madrid.

In quell'occasione, che comunque non rappresenta l'unico episodio contestato alla "banda", la folla di tifosi radunata per seguire la partita sul maxischermo allestito in piazza fu presa dal panico e ci furono migliaia di feriti e un morto, più una donna deceduta due anni dopo in conseguenza dei traumi e delle ferite riportate quella sera.

Gli imputati sono dieci e sono chiamati a rispondere, a vario titolo, di furti e rapine messe a segno in diverse località italiane e straniere tra cui Londra, Zurigo e Berna. I fatti di Piazza San Carlo sono invece oggetto di un processo separato a quattro di loro.

All'udienza preliminare, al via stamattina a Torino, sono cominciate, tra gli avvocati difensori e i pubblici ministeri della procura, le discussioni sulla quantificazione della pena: si parla, secondo quanto appreso dall'Ansa, di poco meno di cinque anni per le posizioni considerate più gravi.

 

redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium