/ Il Punto di Beppe Gandolfo

In Breve

lunedì 22 aprile
lunedì 15 aprile
lunedì 08 aprile
lunedì 01 aprile
lunedì 18 marzo
lunedì 11 marzo
lunedì 04 marzo
Basta al cibo buio
(h. 07:00)
lunedì 25 febbraio
lunedì 18 febbraio
lunedì 11 febbraio

Che tempo fa

Cerca nel web

Il Punto di Beppe Gandolfo | 25 marzo 2019, 07:00

Asti-Cuneo e tunnel del Tenda: faremo come San Tommaso

Oggi, 25 marzo, mancano 88 giorni al 21 giugno, inizio dell’estate. Verificheremo, giorno per giorno, se si sta muovendo qualcosa, se questi famigerati cantieri per gli ultimi 9 chilometri si apriranno davvero

Asti-Cuneo e tunnel del Tenda: faremo come San Tommaso

Era il 23 settembre del 1996 quando l’allora ministro delle Infrastrutture Antonio Di Pietro, rispondendo al presidente della Regione Piemonte Enzo Ghigo, affermava che “il completamento della Asti-Cuneo è la priorità  assoluta”, aggiungendo: “lo stato della viabilità nel Piemonte meridionale è roba da gridare vendetta”. 

Sono passati 23 anni e l’ attuale ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli, insieme al premier Conte, lunedì scorso hanno assicurato che entro l’ estate (questa estate del 2019, precisiamo) partiranno i cantieri per il completamento dell’ autostrada Asti-Cuneo. 

Lo dico sinceramente: sono scettico. Troppe promesse, in questi anni, ci hanno disilluso. Ed è per questo che sui nostri siti di informazione on-line faremo come San Tommaso. Oggi, 25 marzo, mancano 88 giorni al 21 giugno, inizio dell’ estate. Verificheremo, giorno per giorno, se si sta muovendo qualcosa, se questi famigerati cantieri per gli ultimi 9 chilometri si apriranno davvero. Saremo cerberi – anche nei confronti degli amministratori locali – per controllare che le promesse vengano mantenute. 

E non solo per la Asti-Cuneo. Quando, 23 anni  fa, si diceva che la viabilità del Piemonte meridionale “era da gridare vendetta”  si pensava pure alla galleria del Tenda. Anche per quella vergognosa realtà  è passato un quarto di secolo ed è ancora tutto fermo. 

ADESSO LA PAZIENZA E’ FINITA. Chi ama davvero il Piemonte e lavora per il suo bene batta un colpo. E noi saremo ben lieti di battergli le mani.

Beppe Gandolfo

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium