Ronefor | 11 aprile 2019, 08:00

Che cos'è la cervicalgia?

Che cos'è la cervicalgia?

Con il termine cervicalgia si intende il dolore che si prova all’altezza del collo e sopra le spalle, lungo il tratto cervicale della colonna vertebrale.  E’uno dei disturbi più diffusi del mondo occidentale. I fattori che partecipano alla formazione della cervicalgia sono:

Stress: tutti abbiamo provato (almeno una volta nella vita) come le spalle si irrigidiscano subito quando si è in uno stato di nervosismo o sottoposti a carichi emotivi.

Guida: chiunque guidi la macchina, camion, tram o la bicicletta o lo scooter sa bene di cosa stiamo parlando; le buche, il traffico, le arrabbiature e chi subisce il cosiddetto colpo di frusta (il trauma distorsivo del rachide cervicale in seguito ad incidente d’auto).

Lavoro: Buona parte dei lavori che si svolgono con attività di ufficio sono causa dello sviluppo della cervicalgia, infatti, posizioni scorrette su sedia e scrivania, ore passate di fronte al computer o con la testa china su fascicoli o documenti, giorno per giorno producono i disturbi cervicali.

Sport: ma può soffrirne anche chi ha praticato o pratica sport di tipo traumatico (boxe, rugby, football americano).

Predisposizione: vi sono poi dei fattori che predispongono alle cervicalgie; in particolare, i difetti di postura come la scoliosi, la cifosi dorsale o l'iperlordosi lombare.

Perché il collo fa male?

Proviamo innanzitutto a scoprire chi sono i soggetti ed interpreti principali della cervicalgia, essi sono 5:

1.       Il protagonista principale è nella maggior parte dei casi della cervicalgia è il disco intervertebrale.

2. La colonna cervicale alias il collo, come tutta la schiena, è formata da vertebre che sostengono il corpo ed in particolare la testa, ma hanno anche il compito di proteggere il midollo che vi passa attraverso e dal quale fuoriescono i nervi che raggiungeranno tutte le parti del nostro corpo trasmettendo l’impulso elettrico

3. Ogni vertebra è separata da quella superiore e quella inferiore da un disco intervertebrale (cuscinetto ammortizzatore).

4. Il disco intervertebrale o cuscinetto ammortizzatore ha una consistenza liquida, che nel tempo, con l’avanzare dell’età può disidratarsi e scivolare fuori dalla sua sede naturale, causando la compressione delle radici nervose che fuoriescono dal midollo del tratto cervicale.

5. La compressione determina: la contrattura muscolare del collo e delle spalle, l’infiammazione delle articolazioni cervicali, l’Irritazione del nervo, il formicolio e perdita di forza di braccio e mano (cervicobrachialgia)

Perché la cervicalgia è così frequente?

Ma perché il tratto cervicale della nostra colonna vertebrale ha molte caratteristiche che la espongono alla formazione di problemi:

Flessibilità: è’ il tratto della colonna con più possibilità di movimento.

Peso: permette e sostiene il movimento della testa che è molto pesante

Orientamento dei sensi: permette di dirigere lo sguardo e l’udito.

In una parola è uno snodo: Il collo è uno snodo di vitale importanza per tutto il corpo, che media tre strutture: la testa, le spalle ed il tronco, è quindi suscettibile a tutti i problemi causati dalle stesse strutture che media.

Come si cura la cervicalgia?

Per curare la cervicalgia è necessario agire sulle cause che scatenano il dolore, e sono principalmente. Infiammazione, Rigidità Muscolare, Postura

La fisioterapia negli ultimi anni ha fatto passi da gigante nella cura della cervicalgia e nella risoluzione dei problemi che determinano il dolore cervicale. Ma le tre armi più efficaci per combatterla sono in sequenza:

1. Fisioterapia Antinfiammatoria (con agenti fisici) come la Tecarterapia.

2. Massaggio decontratturante.

3. Rieducazione Posturale.

Vediamo brevemente come la fisioterapia come agisce per risolvere i problemi legati alla cervicalgia e la cervicobrachialgia.

Nella fase acuta si utilizzano farmaci antinfiammatori ed analgesici, subito dopo cerchiamo di ridurre l’infiammazione dei tessuti attraverso l’uso della Tecarterapia, ovvero sfruttando gli effetti della corrente ad alta frequenza ( o microonde ) si sciolgono i  muscoli del collo e delle spalle, che  in seguito all’ infiammazione delle articolazioni cervicali e all’irritazione delle terminazioni nervose, si erano contratti spasmodicamente (contrattura muscolare antalgica) come forma di difesa. E’ fondamentale rompere questo circolo vizioso, poiché la contrattura muscolare non fa altro che aumentare la pressione sulle vertebre che a loro volta determinano la disidratazione del disco e la successiva fuoriuscita dalla sede naturale, innescando ed alimentando il processo che ha determinato la contrattura stessa.

 Nella seconda fase utilizziamo il massaggio decontratturante che permette al fisioterapista di sciogliere "una ad una", le fibre muscolari ancora contratte, riducendo definitivamente il dolore e offrendo di nuovo il giusto respiro alle vertebre schiacciate. Questa terapia spesso è in grado di offrire i primi sollievi anche nei confronti di vertigini, giramenti di testa, mal di testa ed emicranie, che hanno origini "muscolo tensive".

Nella terza fase, tolto il dolore e la contrattura muscolare si recuperano tutti i movimenti articolari ridotti dall’episodio acuto, con l’utilizzo della Rieducazione Posturale mix di movimenti e respirazioni e successivamente si insegnano al paziente esercizi posturali e di allungamento (stretching) per il collo e la colonna cervicale per combattere lo stress. Consigliando eventuali soluzioni pratiche per le posture scorrette sul lavoro, alla guida o nei momenti di relax.

Dal punto di vista della prevenzione, è indispensabile controllare i fattori di rischio; a cominciare dai ragazzi in età scolare dalla 5 elementare alla 1 superiore (l’età adolescenziale) correggendo la postura sui banchi di scuola, il peso degli zaini e la loro attività motoria.  Negli adulti soprattutto per chi svolge lavori impiegatizi come gli operatori al computer, che tendono ad assumere posizioni fisse per molto tempo, con affaticamento generale dei muscoli di collo, braccia e spalle.

A tutti è consigliato l'esercizio fisico all’aria aperta o in palestra e lo stretching che sono ottime terapie preventive per evitare l'insorgenza delle cervicalgie. E quando tutto ciò non basta più telefonare subito al proprio Fisioterapista di fiducia, un pronto intervento evita il prolungarsi del dolore e del tempo di recupero.

Leggi tutte le notizie di RONEFOR ›

Ronefor Srl Torino

CENTRO DI FISIOTERAPIA E RIABILITAZIONE

Il centro Ronefor Srl di Torino è uno studio fisioterapico da oltre 30 anni punto di riferimento nel settore della fisioterapia e riabilitazione. Qui, i pazienti possono intraprendere dei percorsi fisioterapici personalizzati in base alle loro problematiche che vengono trattate con terapie mirate svolte dal personale dello studio che da sempre riserva la massima cura nel rapporto col cliente. La fisioterapia è la principale attività dello studio che garantisce ai propri pazienti le più sofisticate ed evolute apparecchiature in grado di ridurre i dolori ed i tempi di recupero e della riabilitazione dei pazienti.

Il centro Ronefor Srl di Torino è diretto dal dott. Oriano Casamenti specialista in fisioterapia. L’esperienza ventennale nella riabilitazione ed il continuo aggiornamento professionale sono una garanzia per tutti quei pazienti che si sottopongono a percorsi di riabilitazione o a trattamenti curativi o di prevenzione per problematiche legate all’apparato muscolo scheletrico.

Il centro Ronefor di Torino ha ampliato il concetto di prevenzione dei problemi motori anche all’invecchiamento, creando un reparto di Benessere psico-fisico. Il reparto offre una varietà di trattamenti per il viso e per il corpo studiati per risolvere inestetismi della pelle e per offrire trattamenti mirati a migliorare l’aspetto ed il benessere dei clienti. Prendersi cura delle persone con qualità, efficienza e con la massima sicurezza è una delle prerogative più importanti del centro Ronefor di Torino attraverso la costante ricerca delle migliori tecniche e trattamenti all’avanguardia.

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium