/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 12 aprile 2019, 13:27

Gtt chiude il bilancio 2018 in pareggio grazie alle entrate straordinarie, crescono i ricavi da biglietti e sosta

"Oggi - ha sottolineato l'A.D. Giovanni Foti - è una giornata importante e positiva"

Gtt chiude il bilancio 2018 in pareggio grazie alle entrate straordinarie, crescono i ricavi da biglietti e sosta

Gtt chiude il bilancio 2018 in pareggio. "Oggi - ha sottolineato l'A.D. Giovanni Foti - è una giornata importante e positiva". "L'assemblea dei soci - ha proseguito - ha approvato questa mattina il documento finanziario, mentre il Piano Industriale ha ottenuto il parere positivo da una società di revisione dei Conti. Per noi è un piacere chiudere il bilancio 2018 con un +498mila euro, visto che nel 2017 avevamo 32,6 milioni di negativo".

"Non dobbiamo tuttavia nasconderci -ha continuato Foti - che per il 2019 non avremo risorse straordinarie e le previsioni odierne del Piano Industriale segnalano uno squilibrio intorno su cui stiamo lavorando per portare risultati sul fronte della riduzione dei costi e della crescita dei ricavi". 

"Il piano industriale 2018-2021 -ha precisato l'assessore comunale ai Trasporti Maria Lapietra - prevedeva per lo scorso anno una chiusura in rosso per 13 milioni e abbiamo raggiunto il pareggio, anzi un lieve utile, per il 2019 è stimato uno squilibrio di 10 mln ma i risultati ottenuti lo scorso anno ci fanno ben sperare per un ulteriore miglioramento".

Il pareggio è stato raggiunto grazie entrate straordinarie, relative ai cosiddetti "disallineamenti". Complessivamente Gtt ha incassato 84,3 milioni di euro: 61,6 milioni per servizi svolti in passato e prima mai riconosciuti (Regione Piemonte, Città di Torino e Agenzia Piemontese Mobilità) e 22,7 milioni di euro per la partita straordinaria sulle agevolazioni tariffarie del Comune. Cifre a cui vanno aggiunti 24 milioni di euro grazie ad accordi con le banche, per un totale di 108,3 milioni di euro nelle casse di corso Turati a copertura integrale delle esigenze del Piano Industriale.

Aumentano di un milione e 700 mila euro le entrate da vendite di biglietti e abbonamenti, così come i passeggeri trasportati (viaggi), che sono passati da 296,4 a 302,2 milioni (+1,9%). In crescita anche i ricavi del settore parcheggi (36,2 milioni di € contro 29,5 +22,7%), e dei servizi turistici(+7%).

Per quanto riguarda la riduzione dei costi, il dato più importante è sicuramente quello che riguarda il personale, con una diminuzione di circa 5,9 milioni e un saldo addetti di -101 unità. Un trend che prosegue anche per il 2019. "Stiamo avviando un turn over - ha precisato Foti - nel personale: tra Quota 100 e pensionamenti andranno via circa 160 persone." "Ne assumeremo un'ottantina tra operai, autisti e qualche laureato" ha concluso Foti. 

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium