/ Attualità

Attualità | 15 aprile 2019, 13:33

Lettera del Comitato Genitori della Salvo D’Acquisto alla sindaca Appendino: "Aspettiamo una soluzione positiva"

"Molti conoscenti e residenti dicono di metterci l'anima in pace, la scuola non la riapriranno più e facendo alcune riflessioni si sarebbe portati a crederlo davvero"

Lettera del Comitato Genitori della Salvo D’Acquisto alla sindaca Appendino: "Aspettiamo una soluzione positiva"

Il Comitato Genitori della scuola Salvo D’Acquisto di Torino ha indirizzato alla sindaca Chiara Appendino una lettera dal tono duro ed ironico nel tempo stesso, auspicando una soluzione positiva in tempi brevi.

Questo, di seguito, il testo della missiva: "Il comitato genitori Salvo D'Acquisto si complimenta con la Sindaca subalpina per l'accordo raggiunto, nella giornata di venerdì 12 aprile, con il ministro del lavoro Luigi Di Maio, che prevede anche la riqualificazione dell'ex asilo occupato di via Alessandria. Auspichiamo che, con le altolocate amicizie che può vantare, possa riuscire dove le precedenti amministrazioni hanno fallito: fare arrivare i soldi alla scuola D'acquisto in tempi brevi".

"Molti conoscenti e residenti dicono di metterci l'anima in pace perché la scuola non la riapriranno più e facendo alcune riflessioni si sarebbe portati a crederlo davvero. Eccole. In molti hanno beneficiato della chiusura della scuola verde:
una scuola media della circoscrizione 7, destinata alla chiusura per mancanza di iscrizioni, come riportato in un recente post pubblicato dalla maestra Donata Baccelliere, ex vicaria della scuola Perotti; l'amministrazione comunale che può avviare la riqualificazione dell'ex asilo, in quanto gli sfrattati si sono agevolmente ricollocati. Dove? Nella nostra scuola, guarda caso... abbandonata. La Circoscrizione 6 che si appresta ad affittare parte dell'edificio ad un soggetto privato. Pare che abbia mancato il colpo, però".

"Una cosa è certa: nessuno ha pensato a quei bambini che la scuola la frequentavano, l'amavano, la vivevano", conclude la lettera. "Giorni fa un'ex alunna è entrata nel giardino e il suo incedere ha colpito i presenti. Era chiaro a tutti che ogni passo mosso era il ricordo di un fatto vissuto".

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium