/ Viabilità e trasporti

Viabilità e trasporti | 15 aprile 2019, 17:35

Trasporto disabili Tundo, in arrivo GPS e app per localizzare i mezzi

Di Martino:"L’Amministrazione ha riconosciuto maggiori risorse finanziarie a fronte dei costi maggiori di esercizio maturati negli ultimi anni. La base d’asta oraria di tale nuovo bando è stata aumentata di circa il 30% rispetto al passato appalto"

Trasporto disabili Tundo, in arrivo GPS e app per localizzare i mezzi

 

Tundo punta a migliorare il trasporto disabili scolastico e per adulti della città di Torino, anche attraverso la tecnologia. L’assessore comunale all’istruzione Antonietta Di Martino oggi in Sala Rossa ha replicato alla richiesta di comunicazioni presentata dalla vicecapogruppo del Pd Chiara Foglietta, dalla capogruppo di “Torino in Comune” Eleonora Artesio e del capogruppo di “Lista civica per Torino” Francesco Tresso.

La ditta pugliese, a seguito di procedura negoziata, è stata l’unica su 29 invitate a presentare l’offerta per gli otto lotto andati deserti del nuovo bando trasporto disabili. In precedenza erano stati assegnati solo il numero 8 relativo alla gestione amministrativa alla ditta Ghi.Me, mentre il 10 sull’accompagnamento alla cooperativa Animazione e Territorio (gruppo Valdocco). 

 “Tundo – ha spiegato Di Martino - introdurrà l’utilizzo di dispositivi di verifica del servizio quali un sistema GPS, sempre usufruibile dal gestore amministrativo e dagli uffici preposti della città, che consente di individuare in tempo reale l’esatta posizione dei mezzi nei percorsi previsti.” “Gli utenti -ha poi aggiunto - verranno dotati di un dispositivo di riconoscimento da parte di un lettore a bordo dei veicoli  per monitorare la salita e la discesa.

Oltre a questa verrà inoltre adottata un’applicazione che “consentirà ai genitori di ricevere notifiche sull’arrivo del mezzo presso l’abitazione, la salita e la discesa degli utenti ed eventuali aggiornamenti riguardanti il servizio.”

Oltre all’innovazione, Di Martino ha spiegato che nel nuovo appalto di gara ci saranno miglioramenti anche sul monitoraggio del servizio, sugli aspetti organizzativo-gestionali e finanziario. “Con la procedura aperta -ha spiegato l’assessore all’Istruzione – l’Amministrazione ha riconosciuto maggiori risorse finanziarie a fronte dei costi maggiori di esercizio maturati negli ultimi anni.” “La base d’asta oraria di tale nuovo bando è stata aumentata di circa il 30% rispetto al passato appalto” ha concluso.

 

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium