/ Viabilità e trasporti

Viabilità e trasporti | 16 aprile 2019, 06:14

Nuova Ztl a Torino, Lapietra:"Primo anno sperimentale: se blando, diventerà più restrittivo"

Quotidianamente la Ztl registra 92 mila ingressi: il 46,52% è costituito da traffico “parassita” di attraversamento

Nuova Ztl a Torino, Lapietra:"Primo anno sperimentale: se blando, diventerà più restrittivo"

“Riduzione del traffico di attraversamento in tutta la città, riduzione dell’incidentalità nella ztl, incremento della velocità del trasporto pubblico e del numero di passeggeri.” Sono questi gli obiettivi della nuova Ztl della giunta Appendino, ribaditi ieri in consiglio comunale dall’assessore ai Trasporti Maria Lapietra durante la risposta all’interpellanza depositata dal centrosinistra sul progetto “Torino Centro Aperto”.

Il nuovo modello prevede l’estensione della chiusura del centro cittadino fino alle 19.30 (contro l’attuale 10.30), con possibilità di entrare in qualsiasi momento dietro l'"obbligo" di pagare due ore di sosta, pari circa a 5 euro.

L’amministrazione, nonostante le proteste delle scorse settimane dei commercianti culminate con un flash mob sotto Palazzo Civico, continua a voler tirare dritto sulla nuova Ztl. Anzi, come ha spiegato in aula Lapietra, è pronta ad alzare la posta in gioco qualora le ricadute ambientali e di mobilità fossero limitate.

“Noi faremo un anno sperimentale -ha spiegato in consiglio l’assessora - e valuteremo punto per punto le specifiche variabili che potranno essere modificate.”  “Se si vedrà -ha aggiunto - che questo provvedimento è troppo blando, dovremo farne uno più restrittivo l’anno successivo.”

Quotidianamente la Ztl registra 92 mila ingressi: il 46,52% è costituito da traffico “parassita” di attraversamento. Il nuovo provvedimento - che entrerà in vigore nel 2020 - mira a colpire questo tipo di passaggio, riducendolo “del 25%: speriamo che ci sia una riduzione pari di inquinamento.”

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium