Politica - 18 aprile 2019, 16:50

“I residenti di via Boston e via Gorizia chiamano per via dei nomadi”

CasaPound effettua un sopralluogo insieme ad alcuni residenti

“I residenti di via Boston e via Gorizia chiamano per via dei nomadi”

Diversi furgoni stazionano in via Boston: interviene CasaPound con un sopralluogo insieme ai residenti.

“Ci hanno chiamato perchè hanno paura che la situazione degeneri nel degrado più totale”: a parlare è Euclide Rigato, responsabile di CasaPound per la circoscrizione 2, che prosegue: “Oggi siamo qui perchè crediamo che i timori dei residenti di via Boston angolo via Gorizia siano fondati. Abbiamo visto quello che succede quando i nomadi stazionano per un periodo in una zona di Torino: furti, degrado, sporcizia. Queste persone, purtroppo, vivono così e non possono essere i cittadini a pagarne le conseguenze. Qui vicino ci sono un asilo, dei giardinetti pubblici e l’oratorio della parrocchia del Santo Natale: questa zona deve rimanere tranquilla e vivibile, non l’ennesimo ghetto”.

Matteo Rossino, responsabile provinciale di CasaPound, ha commentato così: “I residenti hanno verificato che questi furgoni appartengono ad un gruppo di nomadi e ci hanno contattati perchè sanno a cosa può portare questa situazione. Siamo qui con loro quest’oggi per dare il massimo supporto ai torinesi che hanno paura di essere abbandonati dalle istituzioni. Non vogliamo che la sindaca Appendino regali ai nomadi anche questa zona, come già ha fatto con via Onorato Vigliani e corso Cosenza: non saranno i cittadini contribuenti a sobbarcarsi i disagi nel dover gestire una situazione ai limiti del vivibile".

"Se l’amministrazione non è in grado di gestire la presenza di questi individui sul territorio cittadino lo dica chiaramente e si faccia da parte”.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:
SU