/ Attualità

Attualità | 19 aprile 2019, 18:42

Barattolo, via libera allo sgombero da Borgo Dora

Decisivo l'ultimo tavolo: entro due mesi spostamento definitivo del “libero scambio” in Via Carcano; proposta dell'Associazione Commercianti Balon per un nuovo mercatino in Canale Molassi

Barattolo, via libera allo sgombero da Borgo Dora

Dopo settimane di proposte e trattative, sta giungendo verso una conclusione la questione Barattolo. L'incontro di giovedì in Prefettura ha dato il via libera definitivo alla “linea” della Giunta Appendino, da sempre categorica a riguardo: lo sgombero, graduale ma definitivo, delle aree di Canale Molassi e San Pietro in Vincoli avverrà entro un paio di mesi.

Nel contempo, si garantiranno gli interventi di manutenzione straordinaria richiesti a più riprese da ViviBalon per Via Carcano, la massima collaborazione tra le parti in causa e alcune forme di sgravio temporaneo per gli operatori del “libero scambio” che ne faranno richiesta. Le misure diventeranno ufficiali mercoledì prossimo (24 aprile) con la firma di un protocollo d'intesa tra il Comune, il Prefetto e le organizzazioni partecipanti al tavolo.

Soddisfatto il presidente dell'Associazione Commercianti Balon Simone Gelato, tra i principali promotori dello spostamento: “Si tratta - commenta – dell'inizio di un percorso finalmente tracciato nero su bianco: dal nostro punto di vista è stato accolto molto favorevolmente perché è stata confermata l'intenzione della delibera originaria; la Città si è impegnata molto e ognuno farà la sua parte, per questo c'è la massima fiducia riguardo l'inizio effettivo dei lavori”.

Gelato esprime poi un interessamento per l'area di Canale Molassi: “Abbiamo coinvolto – aggiunge – tutti gli attori più importanti di quel pezzo di territorio, tra cui Sermig, Cottolengo, Associazione Cortile del Maglio e Associazioni Comitati Riuniti Porta Palazzo, con la proposta di creare una piccola area mercatale da una quarantina di stalli gratuiti, gestita su base volontaria, da destinare a persone in difficoltà scelte accuratamente”.

A prendere atto degli ultimi sviluppi è invece l'associazione Vivi Balon, ente gestore di Barattolo: “In presenza di un atto amministrativo – spiega il presidente Francesco Planeta – non potremo far altro che darne comunicazione ai nostri soci procedendo con l'attuazione delle direttive, Vivi Balon è già in Via Carcano e accoglierà a braccia aperte i suoi operatori. Quello che non possiamo accettare, invece, è la presenza di un altro mercato in Canale Molassi quando la Sindaca, lo scorso gennaio, ci scrisse assicurandoci di non aver alcuna intenzione di aprire quegli spazi a nuove attività commerciali, non esistono poveri di Serie A e di Serie B”.

Scettica, come ribadito più volte, la Circoscrizione 7: “Siamo convinti – dichiara il presidente Luca Deri - che eliminare uno dei tratti distintivi sociali del Balon sia un errore. Il centrosinistra ha l’obbligo morale di difendere i più deboli e svantaggiati della società”. Il coordinatore al commercio Michele Crispo rincara la dose: “In campagna elettorale – aggiunge - Appendino e Movimento 5 Stelle si facevano paladini dei poveri, ora vogliono esiliarli in periferia”.

Marco Berton

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium