/ Cronaca

Cronaca | 21 aprile 2019, 10:25

Dopo mesi di minacce e aggressioni, fa arrestare lo strozzino: fine di un incubo per un commerciante di San Maurizio

Il malvivente aveva mandato anche uno "scagnozzo" ad aggredire il 46enne

Dopo mesi di minacce e aggressioni, fa arrestare lo strozzino: fine di un incubo per un commerciante di San Maurizio

Fine di un incubo per un commerciante di 46 anni di San Maurizio Canavese, vittima di strozzinaggio. L’estorsore era un 31 enne di Ciriè, già ai domiciliari in Sicilia, che ora dovrà scontare la pena in carcere per usura ed estorsione.

Il negoziante, che opera nel campo dell’elettronica, chiede un aiuto economico al malvivente per saldare un debito ed evitare così lo sfratto dell’attività. Il 46enne ottiene subito 1.500 euro in prestito, che in poco tempo superano i duemila e lievitano ulteriormente. Un’escalation che culmina con l’aggressione, da parte di uno “scagnozzo” del 31enne e documentata in tempo reale per lui via telefonino, al commerciante di San Maurizio.

Dopo mesi di ricatti il 46enne decide di denunciare tutto ai militari, che sono riusciti a risalire allo strozzino ed arrestarlo.

redazione giornalistica

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium