/ Viabilità e trasporti

Viabilità e trasporti | 21 aprile 2019, 11:10

Tangenziali e autostrade torinesi si apriranno agli scooter 125

Presentata in questi giorni ai gruppi parlamentari la bozza di testo sul nuovo codice: alta l'attenzione alle tematiche ambientali e al mondo della mobilità elettrica

Tangenziali e autostrade torinesi si apriranno agli scooter 125

L'Italia - e di conseguenza anche la provincia di Torino - si uniforma all'Europa: gli scooter 125 condotti da una persona maggiorenne e le moto elettriche presto potranno probabilmente circolare su autostrade e tangenziali.

Si tratta solo di una delle tante misure comprese nella bozza del nuovo codice della strada che ha raggiunto i gruppi parlamentari proprio in questi primi giorni di aprile e tra un mese potrebbe approdare invece alla Camera. Seppur ancora lontano dalla definitiva approvazione, il testo presentato congiuntamente dalle due forze di maggioranza al governo propone l'introduzione di altre misure legate alle autostrade come l'aumento del limite di velocità a 150 km/h per quelle a tre corsie, e al mondo della mobilità elettrica con l'introduzione per la prima volta di una norma su monopattini, skate e hoverboard.

Grande attenzione sembra verrà data alla mobilità del territorio con l'abbassamento del limite di velocità su alcune strade extraurbane vicine a centri di grandi dimensioni, la cancellazione dell'obbligo dei fari anabbaglianti durante il giorno fuori dai centri abitati e la possibilità per le amministrazioni comunali di permettere alle bici di viaggiare contromano e di inserire spazi dedicati ai ciclisti davanti agli stop o ai semafori.

Parlando di divieti e sanzioni, invece, sembra non trovi spazio la misura di divieto del fumo in automobile e verrà abolita la tassa di possesso per i proprietari di veicoli storici; spazio invece a una riduzione della sospensione della patente per chi viene pizzicato con il cellulare in mano (sette o 30 giorni, da uno a tre mesi per i recidivi), a fronte di una multa che potrà andare da422 a 1697 euro.

Sanzioni raddoppiate, infine, per chi circola senza assicurazione.

redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium