/ Cronaca

Cronaca | 23 aprile 2019, 14:05

Dopo due anni torna a vivere l'imbarchino del Valentino: il 1° maggio grande festa sul prato

Chiuso dal novembre 2016 a causa dell'alluvione che l’ha devastato, è stato ora affidato a tre associazioni

Dopo due anni torna a vivere l'imbarchino del Valentino: il 1° maggio grande festa sul prato

 

“Per il 1° maggio abbiamo ricevuto proposte di partecipazione da diversi artisti di Torino: questo fa piacere, perché c’è voglia di Imbarchino in tante persone”. A parlare è Umberto Ascheri, presidente di Banda Larga, l’associazione che insieme agli Amici dell’Imbarchino e Aegee-Torino ha vinto il bando per la gestione dei locali sulle sponde del Po.

Il 1° maggio 2019 ci sarà il primo evento ufficiale, 8 ore non stop di musica e diretta radiofonica sul prato di fronte alla struttura con raccolta fondi a sostegno del progetto di riapertura dell’Imbarchino. Chiuso dal novembre 2016 a causa dell'alluvione che l’ha devastato - a seguito di lunga trattativa con il Comune su chi dovesse farsi carico degli interventi di ristrutturazione - dopo oltre due anni si è giunti alla soluzione di affidarlo alle tre associazioni, in cambio di uno sconto sul canone di affitto.

I lavori di recupero dell’Imbarchino hanno un costo di 250mila euro. “Nel 2018-spiega Ascheri – abbiamo partecipato al bando Culturability della Fondazione Unipolis, vincendo 50 mila euro a fondo perduto con il progetto di riqualificazione”.

"Ci siamo uniti - spiega - in un’unica realtà per chiedere un prestito. Ad oggi ci mancano 20mila euro per avere la certezza di riaprire nell’estate 2019 la palazzina principale con il bar, la sala radio e altre attività.” “C’è poi la Sala Remi - continua - che inizieremo a recuperare da quest’inverno: i fondi che verranno raccolti verranno destinati a questo progetto.”

Il 29 aprile sul sito imbarchino.space verrà quindi lanciata la campagna di crowfoundig, alla quale sarà possibile anche aderire fisicamente con una donazione il 1° maggio alla giornata di festa. A partire dalle 12 ci saranno 8 ore di musica non stop, diretta radiofonica e cibo e bevande con la Brasseria Alpina, Il Baracchino Itinerante, Via Baltea 3 e Molecola: dalle 17 l’Imbarchino Crew “guiderà le danze fino al tramonto.” “Faremo anche delle visite guidate all’interno dell’Imbarchino– aggiunge Ascheri -ci sono molti ragazzi giovani che non conoscono questa realtà.”

Soddisfazione da parte dell’assessore alle politiche giovanili Marco Giusta. "Sono molto contento - sottolinea - che la struttura riapra, e lo sono ancora di più perché le realtà che lo riportano in vita sono giovani." "Sono soddisfatto che la progettualità si rivolga a fasce basse di età, con proposte come quelle dell'aula studio: il mio assessorato sta facendo tutto il possibile per accompagnare questa iniziativa" ha concluso. 

"La riapertura dell'Imbarchino - evidenzia Paola Parmentola, coordinatrice scuola e cultura della Circoscrizione 8 - va in controtendenza rispetto alle chiusure che si registrano al Valentino, quindi siamo molto contenti." "Loro hanno trovato tanti danni e non è facile far ripartire un'attività di questo genere, soprattutto con una direzione culturale" conclude Parmentola. 

 

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium