/ Eventi

Eventi | 23 aprile 2019, 19:09

Van Gogh, ultimi giorni per incontrare il suo genio a Palazzo Lancia

Fino al 28 aprile "Multimedia & Friends" sarà aperta al pubblico tutti i giorni dalle 9.30 alle 19.30 e la domenica 21.30

Van Gogh, ultimi giorni per incontrare il suo genio a Palazzo Lancia

Ultimi giorni per poter visitare la straordinaria mostra “Van Gogh – Multimedia & Friends” ospitata presso la prestigiosa sede di Palazzo Lancia a Torino. Fino a domenica 28 Aprile la mostra sarà aperta al pubblico (con orario continuato dalle 9.30 alle 19.30 - Domenica e festivi fino alle 21.30).

Il percorso espositivo, reso unico e coinvolgente, è stato pensato per far avvicinare all’arte di Vincent Van Gogh un pubblico variegato di studenti, turisti e semplici appassionati. Il binomio arte e multimedialità è risultato vincente per i numerosissimi visitatori che dal Gennaio scorso grazie alle tecnologie impiegate nell’esposizione, sono stati letteralmente catapultati all’interno dei più grandi capolavori del contemporaneo. Un viaggio avvincente alla ricerca dei dettagli più minuziosi nascosti nelle opere di Van Gogh e fruiti mediante schermi ad altissima risoluzione così come attraverso l’uso della realtà aumentata cui si aggiunge l’emozione di trovarsi all’interno della celebre “Camera di Arles”, ricostruita in scala reale e curata in ogni dettaglio.

A completare l’esposizione inoltre nella “Stanza Segreta” alcune opere originali di artisti contemporanei amici del genio olandese, del calibro di Renoir, Degas, Monet e lo stesso Vincent Van Gogh con dei disegni inediti. Ancora qualche giorno quindi per avventurarsi tra ritratti, autoritratti, paesaggi e nature morte che hanno contraddistinto lo stile inconfondibile del Maestro e per ammirare le opere di artisti del periodo impressionista e post- impressionista attivi a Parigi. Il mito di Van Gogh, universalmente riconosciuto come il più grande artista di tutti i tempi, sembra destinato a durare per sempre. L’artista con la sua straordinaria fantasia ha impresso un segno indelebile nella Storia dell’Arte contemporanea.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium