/ Politica

Che tempo fa

Cerca nel web

Politica | 23 aprile 2019, 19:22

L’Onda Verde getta la maschera in vista delle Europee del 26 maggio

Domani, mercoledì 24 aprile, in piazza XVIII Dicembre angolo via Cernaia, verrà presentata la lista dei venti candidati di Europa Verde nella circoscrizione 1, Italia nord occidentale,

L’Onda Verde getta la maschera in vista delle Europee del 26 maggio

L’Onda Verde getta la maschera. Domani, mercoledì 24 aprile, alle 10,30 in piazza XVIII Dicembre angolo via Cernaia, verrà presentata la lista dei venti candidati di Europa Verde nella circoscrizione 1, Italia nord occidentale, alle elezioni europee di domenica 26 maggio.

Capolista è Elena Eva Maria Grandi, co-portavoce nazionale dei Verdi, vicepresidente e assessore al Verde del Municipio 1 del capoluogo lombardo. In tutte le cinque circoscrizioni Europa Verde presenta cinque donne capilista.
“Europa Verde”, dice Grandi, “è un progetto ecologista ed europeista. I Verdi italiani, insieme a Possibile, fanno parte della grande famiglia dei Verdi europei, l’unico, autentico, partito transnazionale del Vecchio Continente”. “Il 26 maggio”, prosegue, “il vero voto utile sarà quello per salvare la terra e il clima. Noi abbiamo tutte le carte in regola: da 35 anni ci battiamo per la salvaguardia del pianeta attraverso la conversione ecologica dei processi produttivi”.
“Vogliamo”, conclude Grandi, “un futuro di sostenibilità ambientale, economica, politica, sociale e culturale. Il solo futuro possibile”.
Ecco gli altri 19 candidati della circoscrizione 1, Italia nord occidentale:

Capolista è Elena Eva Maria Grandi, co-portavoce nazionale dei Verdi, vicepresidente e assessore al Verde del Municipio 1 di Milano. In tutte le cinque circoscrizioni Europa Verde presenta cinque donne capolista.

“Europa Verde”, dice Grandi, “è un progetto ecologista ed europeista. I Verdi italiani, insieme a Possibile, fanno parte della grande famiglia dei Verdi europei, l’unico, autentico, partito transnazionale del Vecchio Continente”. “Il 26 maggio”, prosegue, “il vero voto utile sarà quello per salvare la terra e il clima. Noi abbiamo tutte le carte in regola: da 35 anni ci battiamo per la salvaguardia del pianeta attraverso la conversione ecologica dei processi produttivi”.

“Vogliamo”, conclude Grandi, “un futuro di sostenibilità ambientale, economica, politica, sociale e culturale. Il solo futuro possibile”.

Ecco gli altri 19 candidati della circoscrizione 1, Italia nord occidentale:

Domenico Finiguerra, sindaco di Cassinetta di Lugagnano, alle porte di Milano, dal 2002 al 2012, consigliere comunale di Abbiategrasso, promotore e cofondatore del Forum nazionale Salviamo il paesaggio, difendiamo i territori.

Francesca Druetti, nata a Moncalieri, Torino. Femminista intersezionale, operatrice culturale, si occupa di didattica museale sui temi della Resistenza, della deportazione e della cittadinanza.

Antonio Caputo: Indipendente di cultura azionista, laica e liberalsocialista, presidente della Federazione dei Circoli di Giustizia e Libertà.
Come  avvocato cassazionista e Ombudsman regionale e Presidente del coordinamento italiano dei Difensori civici regionali, aderente alla rete del Mediatore europeo, si è dedicato alla promozione e tutela attiva di bisogni e diritti fondamentali delle persone, in particolare  di quelle in condizioni svantaggiate.

Silvia Parodi, ingegnere ambientale, di Genova, con esperienza professionale nei settori manutenzione, bonifiche amianto, risanamento energetico e cooperazione internazionale (tre anni di progetti di sviluppo rurale in Brasile).

Maurizio Parodi, di Genova, dirigente scolastico, ricercatore, formatore in campo socio-pedagogico, è autore di numerosi saggi sull’insegnamento e sull’analfabetismo funzionale e pedagogico.

Dario Balotta, nato in provincia di Cremona, ferroviere. Ha lavorato al Ministero dei Trasporti ed è stato segretario generale della Fit-Cisl (sindacato trasporti) della Lombardia. Attualmente è presidente di Legambiente del lago d’Iseo e dell’Osservatorio Nazionale dei Trasporti (Onlit).

Ilaria Barbonetti, nata a Milano e residente a Besana, in Brianza. Ambientalista, laureata in Lingue, Culture e Comunicazione Internazionale presso l’Università degli Studi di Milano, lavora come traduttrice e consulente per la comunicazione in ambito no profit.

Giuseppe Civati, detto Pippo, nato a Monza, dottore di ricerca in filosofia a Milano, ha studiato a Firenze e Barcellona. Già deputato, fondatore e primo segretario di Possibile. Autore di libri e nel 2018 fondatore della casa editrice People.

Martina Comparelli, nata a Pero, Milano, è laureata in Scienze politiche e laureanda presso la London School of Economics in International Development and Humanitarian Emergencies. Esperta di gestione delle crisi umanitarie e sviluppo dei paesi emergenti.

Paolo Crosignani, laureato in Fisica e in Medicina, è stato dal 2000 al 2013 Primario della Unità di Epidemiologia Ambientale dell’Istituto Tumori di Milano.

Veronica Dini, avvocato, si occupa di diritti civili e diritto dell’ambiente. Docente a contratto presso l’Università Cattolica di Milano, l’Università degli Studi di Milano e il Politecnico di Milano, è Presidente dell’associazione Systasis – Centro Studi per la prevenzione e la gestione dei conflitti ambientali, e dell’associazione Circola – cultura, diritti e idee in movimento.

Enrico Fedrighini, assessore Ambiente e Mobilità del Municipio 8 di Milano. Laureato in Scienze Politiche all’Università di Milano, master in Valutazione e controllo del rischio tossicologico da inquinanti ambientali all’Università di Pavia, è fondatore dell’Osservatorio metropolitano sul traffico di rifiuti e co-fondatore di Milano Respira.

Antonio Limardi, da 20 anni si occupa di direzione delle risorse umane, da 15 lavora all’Ospedale San Raffaele di Milano. Docente universitario a contratto (Università Vita-Salute San Raffaele) in ambito management, diritto del lavoro e diritto sanitario.

Marco Moro, dal 2005 direttore editoriale di Edizioni Ambiente, casa editrice specializzata nelle tematiche ambientali e dello sviluppo sostenibile. Lavora, sempre in ambito editoriale, sulle alternative al modello economico corrente.

Tiziana Mossa, di Torino, dipendente gruppo trasporti cittadino, da sempre impegnata nel sociale. Si propone di focalizzare l’attenzione delle tematiche ambientaliste su salute, lavoro, benessere e trasporti.

Maria Silvia Angela Concetta Pettinicchio, di Milano. Docente universitaria, esperta di comunicazione e marketing, autrice, imprenditrice, attivista e ambientalista, attraverso la LeadHer, di cui è co-fondatrice, porta avanti le battaglie sulla parità di genere nelle istituzioni, nell’università e nelle aziende.

Paolo Pinzuti, laureato in scienze internazionali e diplomatiche, master in scienze del lavoro. Imprenditore della green economy, ha fondato il portale Bikeitalia.it che dirige dal 2013. Si occupa di politiche della mobilità in ambito urbano.

Benedetta Rinaldi, valtellinese di nascita, milanese di adozione. Ciclista urbana, laurea magistrale in Storia e Documentazione Storica, e in Scienze Politiche e di Governo. Il programma Erasmus le ha cambiato la vita e la visione della società.

Chiara Rossini, nata a Brescia, laurea in giurisprudenza, da quasi un decennio si batte per contrastare e prevenire la violenza contro le donne, presso il centro antiviolenza di Brescia, e con la sua attività di blogger.

 

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium