/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | 24 aprile 2019, 21:27

A Torino fiaccolata in ricordo del 25 aprile, Appendino e Chiamparino in corteo: “La festa appartiene a tutto il Paese” (FOTO e VIDEO)

Non sono mancate le critiche al ministro dell’Interno Matteo Salvini: “Rinnegare la festa è uno sgarbo al Paese”

A Torino fiaccolata in ricordo del 25 aprile, Appendino e Chiamparino in corteo: “La festa appartiene a tutto il Paese” (FOTO e VIDEO)

I valori promossi dall’antifascismo sfilano con orgoglio nel centro di Torino. Si è da poco conclusa la consueta fiaccolata che precede il 25 aprile, festa della Liberazione: al corteo hanno partecipato svariate rappresentanze politiche e delle istituzioni, con la sindaca Chiara Appendino e il presidente della Regione Sergio Chiamparino in testa.

La fiaccolata è partita intorno alle 20 da piazza Arbarello, accompagnata come al solito dalla banda musicale della polizia municipale. Importante, come ogni anno, la presenza di tanti torinesi, dei sindacati e dei rappresentanti politici di centro sinistra e del Movimento 5 Stelle.

Candela in mano e fascia tricolore al collo, la sindaca Chiara Appendino ha ribadito l’importanza di simili celebrazioni: “È una festa che appartiene al nostro paese e deve appartenere a tutte le istituzioni, per non perdere la memoria. Quegli errori non si devono ripetere”. Durante la sfilata, la prima cittadina ha poi rivolto un pensiero al ministro dell’Interno Matteo Salvini, che negli scorsi giorni aveva espresso la volontà di non partecipare alla festa della Liberazione: “Lo sgarbo di un ministro che non partecipa a questa festa è lo sgarbo al Paese e alla sua storia”.

Accompagnato ininterrottamente dalla banda musicale e risparmiato sala pioggia, il corteo è giunto in piazza Castello intorno alle 20.40: qui, sul palco allestito per permettere ai partigiani come Bruno Segrè di raccontare gli orrori del nazifascismo e i valori che hanno alimentato la resistenza. È stato lo stesso scrittore partigiano, al grido di “ora e sempre resistenza”, a puntare nuovamente il dito contro Salvini e la Lega, rei di aver scelto di non festeggiare questa ricorrenza.

La fiaccolata precede le tante manifestazioni e iniziative che nella giornata di domani, giovedì 25 aprile, celebreranno la festa della Liberazione in tutta Torino.

Andrea Parisotto

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium