/ Attualità

Attualità | 25 aprile 2019, 14:02

Da domani la Ztl di Pinerolo cresce... ma (per ora) non arriveranno multe

Traffico vietato alle auto 24 ore su 24 in via Duca degli Abruzzi e in via Silvio Pellico, per qualche giorno i vigili non eleveranno sanzioni

Da domani la Ztl di Pinerolo cresce... ma (per ora) non arriveranno multe

Da domani, venerdì 26 aprile, un’altra fetta del centro storico di Pinerolo sarà interdetta alle auto: si tratta delle vie Duca degli Abruzzi e Silvio Pellico.

Per i primi giorni, però, gli automobilisti distratti che non faranno attenzione ai cartelli e le percorreranno lo stesso, non devono preoccuparsi: non arriveranno multe. "Per i primi giorni i vigili non eleveranno sanzioni, ma faranno informazione", tranquillizza l’assessore comunale alla Viabilità Giulia Proietti, che anticipa anche come nella stessa giornata, nelle fioriere del centro storico verranno piantati nuovi fiori.

La pedonalizzazione del centro città era uno dei cavalli di battaglia del Movimento Cinque Stelle in campagna elettorale, ma la prima misura significativa arriva oltre la metà mandato, perché ha avuto un iter travagliato, che non ha risparmiato comunque polemiche.

La proposta di chiudere il centro alle auto era già stata avanzata nel luglio 2017, poi la protesta di diversi pinerolesi aveva spinto ad adottare la procedura partecipata dei world cafè. Il tema del centro storico e delle limitazioni al traffico era stato affrontato con una serie di incontri informali iniziati il 25 settembre 2017. Da queste consultazioni è emersa la proposta che la Giunta Salvai ha varato il 15 maggio 2018, ma c’è voluto quasi un anno per adottarla.

Il Comune infatti si era ripromesso di intervenire prima sull’arredo urbano, ma nel frattempo ha dovuto fare i conti anche con una montata polemica, che è arrivata fino a delle minacce alla famiglia del sindaco Luca Salvai, che sono comparse su un bigliettino affisso su un pilastro dei portici del centro storico.

La fetta di commercianti critici sin dall’inizio sulla misura di chiusure alle auto, ha lanciato anche una protesta singolare, affiggendo nei negozi dei cartelli con scritto “Cedesi attività”. La nuova Ztl sarà attiva 24 ore su 24, tranne in via Trento dove il transito è ammesso dalle 6 alle 12, e l’ampliamento ha comportato anche modifiche agli spazi di sosta.

Dietro al Duomo sono presenti 2 posti per carico-scarico merci di mezz’ora, 1 per disabili, 3 a pagamento per abbonati titolari di autorizzazione di transito nella Ztl; mentre vengono eliminati i parcheggi in piazza San Donato, nel tratto compreso tra le vie Pellico e Sommellier. Viene cancellata la zona blu di fianco al Duomo e restano un posto per servizi religiosi, uno per disabili e l’altro per carico-scarico merci di mezz’ora.

Infine, in via del Duomo non si potrà sostare per tutto il giorno.

Marco Bertello

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium