/ Eventi

Eventi | 02 maggio 2019, 14:00

A Saluzzo l’artigianato di ieri, oggi e domani: dalla ex fabbrica di Bertoni al nuovo mobile 2050, passando per il saper fare di 30 artigiani a Casa Cavassa

Aperto ieri Start Artigianato. La mostra con 81 anni di vita coglie la sfida del rinnovamento. Un ricco calendario di appuntamenti fino al 26 maggio

A Saluzzo l’artigianato di ieri, oggi e domani: dalla ex fabbrica di Bertoni al nuovo mobile 2050, passando per il saper fare di 30 artigiani a Casa Cavassa

L’artigianato del passato dell’oggi e del futuro. Ieri si sono aperti i tre momenti dell’81^ edizione della Mostra nazionale dell’Artigianato che con Start ha raccolto la sfida di evolversi verso una lettura contemporanea.

Alla Croce Nera il progetto è diventato azione con l’apertura di Hackathon, una sfida di ingegno della durata di 96 ore filate che vede 12 allievi – designer del Politecnico di Torino lavorare gomito a gomito alla interpretazione di quello che sarà il mobile saluzzese, tra 50 anni.

Il progetto più innovativo sarà premiato ed esposto, insieme ai rendering dei diversi progetti, in Casa Cavassa nel corso di Start, fino al 26 maggio.

In via Griselda si è alzata una storica saracinesca, aprendo eccezionalmente al pubblico fino a domenica 5 maggio, la fabbrica di Amleto Bertoni il padre dell’Artigianato, un "luogo emozionale" ha ricordato Enrico Falda presidente uscente della Fondazione che ne raccoglie l’eredità morale, dove nel primo dopo guerra si sono formate decine di artigiani, grazie ai quali negli anni ?60 Saluzzo era disseminata di botteghe artigianali.

In questa suggestione si colloca un’opera inedita attualissima proposta da due giovanissimi architetti torinesi Vignolo/Turnaturi. Si chiama Immerso ed è un modulo abitativo componibile, per vivere un’esperienza inedita a contatto con la natura.

Cuore di Start è il museo civico Casa Cavassa, che per il secondo anno diventa la Casa Artigianato della manifestazione.

L’adesione è importante: oltre 25 aziende e botteghe insieme ad associazioni presentano nelle sale dal fascino antico della dimora, tra gli arredi di un tempo, nei sotterranei e nel giardino, il loro saper in versione contemporanea, confrontandosi con quello che è il tema della manifestazione, il carattere.

Artigianato sarà anche il montaggio partecipato del Labirinto di Start, un’opera di forte impatto fisico e visivo, 11 metri per 10 che sarà assemblato in piazza Cavour il 9 maggio. Da un’idea di Simone Garnero di Casa di Carità – Savigliano, progettato dagli architetti Maffioli e Ruggeri e realizzato con la collaborazione del corso di falegnameria della Casa di reclusione di Saluzzo "Rodolfo Morandi".

E infine, altro luogo contaminato da Start/Artigianato è il Cinema Teatro Magda Olivero, il cui foyer è stato al centro di un progetto innovativo per renderlo luogo di incontro e condivisione per tutta la città. Sarà presentato venerdì 3 maggio.

L’invito degli organizzatori, soddisfatti del record di affluenza nel primo fine settimana della rassegna, è quello di scaricare la App di Start, perché le cose da vedere sono tantissime. Tra queste  gli appuntamenti di START/Arte – 24ª Mostra di Arte Contemporanea alla Castiglia dove si può visitare fino al 5 maggio la mostra "Il Labirinto dei Simboli" a cura di Rosy Togaci Gaudiano e Paolo Infossi e Ritmo Bodoni, mostra di arte contemporanea organizzata dall’Istituto Garuzzo per le Arti Visive.

Sempre fino al 26 maggio presso la Sagrestia di Sant’Ignazio è in mostra HARP, la monumentale opera dell’artista colombiano Santiago Reyes Villaveces, vincitore del 41° Premio Matteo Olivero. Nel calendario  eventi OFF: musica, eventi, laboratori didattici, progetti partecipati e molto altro.

Il programma è consultabile sul sito https://startsaluzzo.it 

Files:
 Lista Artigiani e ditte partecipanti 1  (15.6 kB)

Vilma Brignone

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium