/ Scuola e formazione

Scuola e formazione | 05 maggio 2019, 07:00

Settimana nera per i nidi comunali di Torino tra scioperi, assemblee e mancanza di personale

Venerdì i dipendenti delle strutture infantili si fermeranno tutto il giorno, con presidio dalle 10 davanti al Comune di Torino, per chiedere l’assunzione di almeno 100 precari

Settimana nera per i nidi comunali di Torino tra scioperi, assemblee e mancanza di personale

Pesanti disagi per i genitori e i bimbi della scuola per l'infanzia di via Carlo Ignazio Giulio 30, che questa settimana sarà regolarmente aperto solo martedì e mercoledì. Gli altri tre giorni - a causa della mancata sostituzione di due insegnanti assenti, un’assemblea sindacale e uno sciopero - il servizio sarà garantito solo in parte. E’ questo il risultato dei disagi legati alla mancata stabilizzazione degli educatori del Comune di Torino, denunciati da tempo dagli stessi lavoratori e dalle mamme e papà con presidi e sit-in.

Per il 2019 Palazzo Civico ha previsto solo 50 ingressi nella Polizia Municipale a causa dei vincoli imposti dalle difficoltà di bilancio. Giovedì, dalle 7 alle 11,30 al Pala Ruffini, è prevista un’assemblea di tutti i dipendenti comunali promossa da FP CGIL, CISL FP e UILFPL. “Nel triennio 2019-2021 l’Amministrazione – spiegano i sindacati – intende bandire concorsi per soli 443 posti, a fronte di un’uscita preventivata di circa 1.600: l’organico verrà ridotto a 7.500”.  “La Giunta -aggiungono -affiderà, per un costo di 40 mila euro, ad una società esterna la riorganizzazione della macchina comunale.” “Riteniamo inaccettabile il teorema secondo cui la situazione della crisi dell’ente si risolverà tagliando i servizi e i posti di lavoro” concludono FP CGIL, CISL FP e UILFPL.

Gli educatori della scuola per l'infanzia di via Giulio giovedì prenderanno quindi parte all’assemblea, insieme ai loro colleghi. Lunedì invece il servizio sarà garantito solo dalle 7.30 alle 13.30, non sino alle 17.30, a causa della mancata sostituzione di due insegnanti. Venerdì il personale dei nidi comunali sciopererà tutto il giorno, con presidio dalle 10 davanti al Comune di Torino, per chiedere l’assunzione di almeno 100 precari.

“Da tre anni – commenta la capogruppo di demA Deborah Montalbano, che ha annunciato di voler presentare un’interpellanza sulla mancata stabilizzazione dei precari degli asili promessa in campagna elettorale dai grillini – denuncio che il M5S sta facendo da curatore fallimentare al bilancio del comune Torino.” “Per quanto riguarda le educatrici, ma in generale i dipendenti, è evidente che manca la volontà politica dell’Amministrazione di investire sul personale.” “Facciamo il 1° Maggio e tutti quanti a parlare dei no Tav e degli scontri: è legittimo, ma la vera situazione del lavoro a Torino è questa” conclude Montalbano.

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium