/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | 15 maggio 2019, 09:30

Appendino: "Stato deve essere vicino ai sindaci minacciati, al di là colori politici"

Solidarietà alla sindaca, che ha ricevuto una busta con proiettile, da Chiamparino che parla di "vergognoso tentativo di intimidazione" e da altri esponenti politici

Appendino: "Stato deve essere vicino ai sindaci minacciati, al di là colori politici"

“In passato mi era stato inviato un pacco con ordigno, è la prima volta ricevo proiettali: non abbiamo idea della provenienza, ci sono indagini in corso. La mia risposta è chiara, non ho paura: continuerò a fare il mio lavoro con determinazione e vado avanti con forza. Si parla del mio caso, però gli amministratori locali sono fortemente a rischio, ogni 15 ore uno riceve una minaccia. Penso che lo Stato debba essere vicino a loro, come fa, al di là dei colori politici.” Così la sindaca Chiara Appendino, intervista questa mattina ad “Agorà” su Rai Tre, è intervenuta sulla lettera di minacce a lei destinata arrivata ieri al Comune di Torino.

Solidarietà alla prima cittadina è stata espressa dal Presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino, che parla di "vergognoso tentativo di intimidazione. A lei va tutta la mia vicinanza e solidarietà umana e politica".

Solidarieta anche da parte di Giorgio Bertola (candidato presidente del M5S alle prossime elezioni regionali), da Paolo Furia (segretario regionale del Pd), da Paolo Zangrillo e Daniela Ruffino (coordinatore regionale e deputata di Forza Italia), da Davide Gariglio (deputato del Partito Democratico), dal vicesindaco metropolitano Marco Marocco e dal presidente di Anci Piemonte Alberto Avetta. Solidarietà alla sindaca anche da parte dei sindacati confederali Cgil, Cisl e Uil.

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium