/ Eventi

Eventi | 15 maggio 2019, 15:07

Fringe, Corecom Piemonte e Consulta regionale dei giovani dicono no al bullismo

Domenica appuntamento per le famiglie alle 11 all'Unione Culturale

Fringe, Corecom Piemonte e Consulta regionale dei giovani dicono no al bullismo

Il Torino Fringe Festival, nel suo ricco cartellone di 230 appuntamenti che proseguono fino a domenica 19 maggio, dedica un evento speciale ai giovani e alle famiglie. Nel programma, che mescola generi e temi diversi, dalla prosa al teatro di narrazione, dal teatro d’impegno civile al circo contemporaneo, dalla commedia dell’arte al teatro comico, dalla standing comedy al teatro musicale, alla visual comedy, è inserito un appuntamento nato insieme al Corecom Piemonte e alla Consulta Regionale dei Giovani, sotto il patrocinio dello stesso Corecom.


Domenica 19 maggio alle 11 all'Unione Culturale Franco Antonicelli, via Cesare Battisti 4 a Torino, viene presentato "Bulli a metà", messo in scena da Associazione Incanto / Arte Creativa. Uno spettacolo per ragazzi che è la trasposizione teatrale del film "Bulli a Metàdi Davide Mogna: nasce sotto la direzione artistica di Marinella Locantore e la regia di Tatjana Callegari.  

"Bulli a meta" è la storia di due ragazzi, Michele e Edoardo, che amano fare i bulli e che, dopo l’ennesimo atto di violenza nella loro scuola, vengono espulsi con effetto immediato e iscritti ad un altro istituto. Qui dovranno affrontare cambiamenti radicali del loro stile di vita, a partire dalla separazione in due classi diverse, fino alla “trasformazione” di uno dei protagonisti, che con l’aiuto di una nuova amica, Giulia, cercherà di rimettersi sulla buona strada, suscitando così ira nell’ex-compagno di vita.

L’associazione Incanto di Torino è, da sempre, attiva e sensibile circa le tematiche del bullismo e del cyberbullismo, e promuove iniziative di formazione e sensibilizzazione attraverso una progettualità che coinvolge tutta la comunità scolastica e le realtà associative ed istituzionali del territorio. Proseguendo il percorso iniziato già da alcuni anni, quello di condividere ogni forma d’arte come mezzo di comunicazione per tirare fuori le paure e le emozioni dei ragazzi, Incanto propone un progetto in cui utilizzare l’arte per combattere il fenomeno del bullismo e cyberbullismo.

 

 Ingresso unico 8 euro.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium