/ Pinerolese

Che tempo fa

Cerca nel web

Pinerolese | 17 maggio 2019, 19:12

Pinerolo si fa prendere per mano dalle Muse

Presentata a Palazzo Vittone la terza “Notte delle Muse”, che si terrà sabato 25 e domenica 26 nei musei cittadini

Pinerolo si fa prendere per mano dalle Muse

“Abbiamo voluto scegliere un tema che facesse da filo conduttore e quel tema è stato ripreso nel logo: c’è una mano che tiene la città nella notte e noi ci faremo prendere per mano dalle Muse”. Martino Laurenti, assessore alla Cultura di Pinerolo, ha introdotto così la terza edizione della “Notte delle Muse”, che è stata presentata poco fa a Palazzo Vittone.

Sabato 25 e domenica 26 maggio l’arte e gli 8 musei cittadini (civici e non) saranno protagonisti di una serie di eventi e di spettacoli, selezionati dalla direzione artistica dell’associazione Reverse.

Le novità dell’edizione sono molte: non c’è l’anteprima del venerdì a Villa Prever in viale della Rimembranza 61, ma un concerto di Bandaradan, alle 22,30, nel parco, dopo una serie di incursioni musicali nei musei.

Questo è l’unico appuntamento all’aperto, mentre gli altri saranno all’interno dei musei cittadini e del Caffè del Teatro (l’intero programma sarà presentato in un articolo nei prossimi giorni).

Una scelta di rimanere all’interno dei musei che segna una novità rispetto alla scorsa edizione e denota la volontà di far conoscere meglio le collezioni cittadine, ma tiene anche conto del fatto che la prossima settimana sarà calda per Pinerolo: il 23 arriverà il Giro d’Italia, che ripartirà il 24, mentre domenica 26 ci sono le elezioni regionali ed europee.

Un’altra novità sono gli spettacoli con quatto repliche la sera di sabato 25, dalle 20 alle 23, nei vari musei, con sei appuntamenti con traduzione in tempo reale nella lingua dei segni, per far godere gli eventi anche a chi non sente.

Confermata invece la caccia al Tesoro di domenica 26, la mattino dalle 10,30 alle 13 e il pomeriggio dalle 14 alle 17.

Durante la conferenza, il sindaco Luca Salvai ha anche comunicato l’intenzione dell’Amministrazione di mettere mano proprio a Palazzo Vittone, che ospita la pinacoteca e il museo etnografico: “Probabilmente non ce la faremo a far partire dei lavori prima della fine del mandato (che è nel 2021, ndr), ma intendiamo lavorare a un progetto per ristrutturare il Palazzo”.

Marco Bertello

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium