Cronaca - 21 maggio 2019, 21:46

Militanti di Forza Nuova denunciano: "Bloccati dalla questura, siamo prigionieri politici"

Il corteo antifascista diretto al giardino Alimonda: "Sono solo conigli"

Militanti di Forza Nuova denunciano: "Bloccati dalla questura, siamo prigionieri politici"

"A Torino neanche negli anni 70 si è vista una situazione simile. Siamo prigionieri politici". Lo ha detto il segretario regionale di Forza Nuova Luigi Cortese, che insieme a circa 35 militanti dichiara di essere "bloccato all'interno della sede di via Matilde Serao", dove nel pomeriggio si è tenuta una riunione. Il movimento di centrodestra aveva annunciato un corteo al quartiere Aurora, dove poco dopo alle 18 si sono ritrovati circa 500 antifascisti.

"Fuori dalla sede carabinieri e digos ci impediscono di uscire per andare a manifestare - dice Cortese - in barba a tutte le leggi viene impedita a una forza politica di fare campagna elettorale per un intero giorno, di questo il questore ne dovrà rispondere".

Marco Panzarella

Ti potrebbero interessare anche:

SU