/ Eventi

Che tempo fa

Cerca nel web

Eventi | 24 maggio 2019, 18:08

Giovani e nuove tecnologie, due sfide per migliorare i servizi sul territorio

Venerdì 31 maggio alle ore 10 in via Giolitti 21 a Torino evento a cura della Sorveglianza Aerea Territoriale della Protezione Civile

Giovani e nuove tecnologie, due sfide per migliorare i servizi sul territorio

Venerdì 31 maggio, alle ore 10, presso il Centro Servizi per il Volontariato di via Giolitti 21 a Torino, si terrà una tavola rotonda, indetta dalla Sorveglianza Aerea Territoriale, per illustrare i progetti di arricchimento dei servizi offerti alle comunità del territorio. Nel corso della tavola rotonda, verrà illustrato il progetto e gli sforzi realizzati nell'ultimo anno per dare il via a un servizio di utilizzo di nuove tecnologie, qualifica dei giovani come operatori principali e arricchimento dei servizi.

L’obiettivo è creare un gruppo organizzato di piloti droni certificati. Il gruppo sarà composto da giovani, formati e certificati tramite la scuola, che avranno accanto gli istruttori e gli operatori già impegnati da tempo in attività di questo genere, e che utilizzeranno droni già identificati per capacità e caratteristiche ed idonei ai compiti del servizio.

Con un solo progetto, si darà quindi impulso a molteplici attività di Volontariato: il controllo del territorio sarà svolto sia in modo preventivo che in caso di emergenza. Questo è, insieme, un progetto di formazione e qualificazione giovanile che può guardare anche all'occupazione e all'utilizzo consapevole di nuove tecnologie.

La Sorveglianza Aerea Territoriale è un'Organizzazione di Volontariato facente parte della Protezione Civile della Regione Piemonte e della Colonna Mobile Regionale. Il suo impegno parte dal Volontariato che il Coordinamento Territoriale impiega per le sue attività, ma si sviluppa soprattutto nella specializzazione che la denomina, ovvero la ricognizione aerea organizzata del territorio per prevenzione e soccorso.

Dalla sua nascita nel 2011, le tecnologie aeronautiche hanno sviluppato aerei leggeri di alta affidabilità e prestazioni, riscoperto vecchi velivoli che stanno vivendo una nuova giovinezza come gli autogiro, ma anche sviluppato il fenomeno dei droni e gli aeromobili a pilotaggio remoto, che stanno rivoluzionando l'approccio di molte attività, e promettono uno sviluppo tecnologico vasto e articolato nel tempo.

La Sorveglianza Aerea Territoriale, dopo un iter di certificazione durato 6 mesi, è dal dicembre 2018 una della 64 scuole per piloti di droni certificata da Enac, l'Ente Nazionale dell'Aviazione Civile, ed è l'unica in Italia ad esserlo all'interno della Protezione Civile. Nel maggio del 2018 ha ottenuto la vittoria nel bando della Fondazione Crt per un veicolo che sarà impiegato per le sue attività di spostamento e trasporto di droni, attrezzature e specialisti per le sue finalità istituzionali.

Da due anni è erogatore di formazione sulla sicurezza e Protezione Civile dell'ITTS "Carlo Grassi" di Torino, unico istituto tecnico aeronautico statale della città Metropolitana di Torino, impegnando diversi allievi del triennio in attività di Alternanza scuola lavoro e Volontariato.

Da un anno prepara con la Croce Verde di Torino un progetto per la creazione di un servizio di trasporto di defibrillatori in alta montagna tramite droni, ed ha ricevuto da Enac il nulla osta per effettuare le attività sperimentali.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium