/ Il Punto di Beppe Gandolfo

In Breve

Che tempo fa

Cerca nel web

Il Punto di Beppe Gandolfo | 27 maggio 2019, 07:00

Ho fatto un sogno... da oggi cambiava tutto

E la realtà dice che da oggi ci sono migliaia di nuovi amministratori per la Regione, per i comuni piemontesi, tranne quelli ancora in attesa dei ballottaggi. Tutti soddisfatti della vittoria e pronti alla sfida.

Ho fatto un sogno... da oggi cambiava tutto

“I have a dream…” . La frase di Martin Luther King mi è tornata alla mente nei giorni scorsi quando, svegliandomi, ho realizzato che avevo sognato. Un sogno bellissimo. Da oggi, 27 maggio, cambiava tutto. In circa 800 comuni piemontesi c’ erano nuovi sindaci e nuovi amministratori, a Palazzo Lascaris erano stati eletti nuovi consiglieri regionali e a Strasburgo era in arrivo una formazione fresca di europarlamentari. Tutta la nutrita pattuglia di pimpanti politici era in partenza per il nuovo mandato, piena di buona volontà. Le promesse e gli impegni presi durante la campagna elettorale (mai così scialba e noiosa, per la verità) erano pronti alla verifica dei fatti.

E qui finisce il sogno. Si torna alla realtà.

E la realtà dice che da oggi ci sono migliaia di nuovi amministratori per la Regione, per i comuni piemontesi, tranne quelli ancora in attesa dei ballottaggi. Tutti soddisfatti della vittoria e pronti alla sfida.

Li abbiamo scelti noi, con il nostro voto. Per noi elettori, però, comincia il compito più importante. Quello di stare con il fiato sul collo alla nuova dirigenza politica. Il mandato elettorale non si conclude uscendo dall’ urna, anzi comincia proprio da quel momento. Il dovere civico di ogni cittadino è di stare accanto a chi amministra la cosa pubblica, controllare il suo operato, vigilare sui suoi comportamenti. E quello della stampa (sia televisiva, on-line o dei giornali) è di fare da cane da guardia a chi ci governa, dal più piccolo paesino allì Europa. NOI LO FAREMO, STATENE CERTI.

Poi tra cinque anni decideremo se mandarli tutti a casa oppure confermare la fiducia a chi se l’ è meritata.




Beppe Gandolfo

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium