/ Cultura e spettacoli

Che tempo fa

Cerca nel web

Cultura e spettacoli | 10 giugno 2019, 09:50

"Face To Face, l’arte contro il pregiudizio": la mostra fotografica al museo Lombroso

La mostra, con i 20 ritratti realizzati dal fotografo Davide Dutto, sarà visitabile sono al 6 gennaio 2020: nei ritratti persone libere e detenuti

"Face To Face, l’arte contro il pregiudizio": la mostra fotografica al museo Lombroso

Sapreste riconoscere la faccia di un ricercato da quella di un delinquente? E l’aspetto fisico di una persona è in grado di dirci qualcosa circa la sua pericolosità? È partendo da queste domande che si è sviluppato il progetto Face To Face, nato nel 2015 da un’idea dell’associazione culturale Sapori Reclusi, e diventato oggi una vera e propria mostra realizzata all'interno del Museo Lombroso di Torino.

“Face To Face, l’arte contro il Pregidizio” prevede l’esposizione di 20 ritratti realizzati dal fotografo Davide Dutto, che ritraggono in modo assolutamente anonimo 20 persone libere e detenute senza mai rivelare chi siano realmente. La finalità ultima della mostra è quella di riflettere con i detenuti circa il tema del pregiudizio, sensibilizzare la società esterna sulla fallacia dei preconcetti con cui si guarda alle persone e a noi stessi.

Non è un caso che la mostra Face To Face sia ospitata presso il Museo Lombroso: fu proprio Cesare Lombroso, tra la seconda metà dell’800 e i primi del ‘900 a raccogliere fotografie volte a dimostrare il nesso tra le caratteristiche fisiche degli individui e la loro predisposizione al crimine. Una correlazione mai provata scientificamente, che viene ripresa nella mostra realizzata all’interno del Museo. L’esposizione dei ritratti realizzati da Dutto è l’esito finale dell’omonimo progetto “Face To Face”, nato nel 2015, che in quasi cinque anni di vita ha visto la partecipazione di diverse persone e la collaborazione con istituti carcerari come quello di Cuneo e di Torino.

Il progetto Face To Face affida alle immagini il proprio messaggio di lotta al pregiudizio: osservando i ritratti, nessuno potrà sapere chi è chi e sarà chiamato a fare uno sforzo di riflessione sul proprio modo di guardare il mondo. La mostra apre oggi, a partire dalle ore 18:00, e sarà visitabile fino al 6 gennaio 2020 nelle sale espositive del Museo Lombroso, da lunedì al sabato, dalle 10 alle 18.

Andrea Parisotto

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium