/ Scuola e formazione

Scuola e formazione | 12 giugno 2019, 18:31

Bar del Campus, striscione e presidio al Rettorato: "Nessun licenziamento a causa di Unito, vogliamo il reintegro degli attuali lavoratori"

La nuova gara per la gestione dell'attività commerciale, essendo formulata come concessione, non prevede l'obbligo della clausola sociale di reintegro dei lavoratori qualora cambiasse il concessionario del bar

Bar del Campus, striscione e presidio al Rettorato: "Nessun licenziamento a causa di Unito, vogliamo il reintegro degli attuali lavoratori"

"Nessun licenziamento a causa di Unito, vogliamo il reintegro dei lavoratori del bar". È questo lo striscione esposto sulla balconata del Rettorato di Torino, dove questo pomeriggio i rappresentanti degli studenti - membri del Consiglio d'Amministrazione dell'ente di via Verdi 8 - hanno incontrato la Direzione Generale. Sul tavolo la richiesta che l'Università prende una posizione in difesa degli attuali dipendenti del bar del Campus.

Il prossimo 31 luglio scade la concessione del punto di ristorazione - aperto dal lunedì al venerdì, dalle 7 alle 19.30 -, dove sono impiegate 18 persone tra sala e cucina. A gestire attualmente lo spazio è la Ifm spa.

La nuova gara per la gestione dell'attività commerciale, essendo formulata come concessione, non prevede l'obbligo della clausola sociale di reintegro dei lavoratori qualora cambiasse il concessionario del bar. Se il bando venisse vinto dunque da un altro privato, gli attuali 18 dipendenti potrebbero dunque restare a casa. Da qui la mobilitazione di oggi e lunedì scorso per scongiurare questa possibilità.

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium