/ Eventi

Eventi | 18 giugno 2019, 15:22

La Camera di commercio di Torino a Le Bourget

Per ricordare i prossimi “Aerospace and Defense Meetings” e il ruolo dell’Associazione Distretto Aerospaziale

La Camera di commercio di Torino a Le Bourget

Secondo giorno all’International Paris Air Show di Le Bourget, il più grande salone al mondo dedicato all’industria aeronautica e spaziale. La Camera di commercio di Torino ha partecipato questa mattina alla tavola rotonda su “Evolution in supply chain relationships: innovation and clustering as “must havesfor global market leadership”, tenutasi nello stand piemontese.

Davanti alle 35 aziende piemontesi partecipanti al Salone, Marco Silvano, Government Affairs & Funding Leader di Avio Aero, Marco Protti, Vice President Advanced Research di Leonardo, Walter Cugno, Vice President Exploration & Science di Thales Alenia Space Italia e Augusto Cramarossa, Head of the ASI President Technical Cabinet hanno discusso di produzione aerospaziale.

Il Segretario Generale della Camera di commercio di Torino Guido Bolatto ha aperto la tavola rotonda ricordando che il Piemonte può contare sulla presenza di piccole e medie specializzate, di Poli di innovazione e soprattutto dell’Associazione Distretto Aerospaziale, per fare squadra con imprese di grandi dimensioni, produttori di sistemi e componenti complessi, detentori di know how per la produzione di componenti.

La Camera di commercio di Torino partecipa alla vasta attività di sostegno all’impresa per incentivare l’internazionalizzazione nell’aerospazio, migliorare le capacità di sfida ai mercati, aumentare le possibilità di aggiudicazione di commesse complesse e anche intercettare fondi strutturali e di investimento regionali, nazionali ed europei – ha ricordato Bolatto. - Oggi stiamo raccogliendo alcuni spunti strategici dai maggiori player ed esperti di settore, anche in previsione della settima edizione di “Aerospace & Defense Meetings Torino 2019”, che si terrà il prossimo 26 e 27 novembre, una delle più longeve e importanti business convention di settore, dove ci saranno almeno 26 nazioni con i più grandi players internazionali, circa 900 partecipanti e 6.500 one-to-one meeting”.

Bolatto ha anche ricordato nella tavola rotonda che proprio sulla digital transformation e sul nostro territorio, in questo periodo la Camera di commercio sta promuovendo la realizzazione del Manufacturing Technology Center con altri importanti realizzatori (Politecnico di Torino, Università di Torino, Regione Piemonte, Città di Torino e Camera di commercio di Torino). Con 38 milioni di euro, dovrebbe essere pronto fra due anni e sarà focalizzato non solo sulla manifattura ma anche sul settore aerospazio.

Infine Bolatto ha concluso parlando dell’Associazione Distretto Aerospaziale Piemonte che si è costituita quest’anno, promossa dai soggetti che facevano parte del Comitato costituito nel 2006 e che finora ha raccolto ben 51 adesioni.

Oltre agli enti pubblici hanno aderito i soggetti del mondo della formazione e della ricerca, le associazioni di categoria e soprattutto moltissime imprese – ha ricordato Bolatto - Sono, infatti, soci fondatori le cinque grandi imprese aerospaziali presenti sul territorio (Leonardo, GE AVIO, Thales Alenia Space Italia, Mecaer e Microtecnica) e oltre 33 imprese, tra PMI attive sia in ambito aeronautico sia in ambito spaziale e grandi imprese non esclusivamente dedicate alla filiera aerospaziale”.

L’Associazione sarà un soggetto di coordinamento tra tutti gli attori del settore aerospaziale in Piemonte e favorirà il consolidamento delle realtà imprenditoriali già presenti, la nascita di nuove imprese e la valorizzazione delle conoscenze tecnico-scientifiche del territorio.

Il suo programma aiuterà la filiera aerospaziale a:

·         rafforzare la collaborazione tra grande impresa e Supply Chain, eventualmente allargandola a nuove imprese

·         aumentare il valore di tecnologia, processi, produttività e margini

·         focalizzarsi sulle prossime sfide del campo aeronautico (es. la de-carbonizzazione) e spaziale per posizionarsi nel prossimo programma quadro Horizon Europe

·         pianificare i fabbisogni e sviluppare le nuove professionalità richieste

·         fare leve sulle modalità di finanziamento, tradizionali ed innovative.

La missione a Le Bourget è organizzata su incarico della Regione Piemonte dal Centro Estero per l’Internazionalizzazione nell’ambito del progetto integrato di filiera Aerospazio, finanziato dal programma operativo del Fondo europeo di sviluppo regionale 2014-2020.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium