/ Politica

Politica | 18 giugno 2019, 13:57

Crisi Mercatone Uno, Cirio: "Domattina sarò a Roma al Mise per fare il punto"

Il neo governatore: "È un impegno che ho preso con i lavoratori. Voglio capire chi ha dato l'ok all'ingresso del gruppo che non è mai partito"

Crisi Mercatone Uno, Cirio: "Domattina sarò a Roma al Mise per fare il punto"

"Ho un aereo alle 6. Sarò a Roma in prima persona per fare il punto sulla questione Mercatone Uno perché è un impegno che ho preso con i lavoratori e voglio seguire la questione in prima persona". Così Alberto Cirio, neo governatore del Piemonte, su una delle vertenze più calde di questo inizio estate.

Proprio nella tarda serata di lunedì gli è arrivata la convocazione al Mise e lui si prepara a partire alle prime luci di domani. "Vado al tavolo a capire, devo andare a vedere le verifiche fatte, visto che il gruppo che è subentrato non ha nemmeno iniziato l'attività e quindi voglio capire che tipo di controlli sono stati fatti prima di dare l'ok al loro ingresso subentrando alla proprietà precedente. Un conto è non riuscire dopo qualche anno a stare sul mercato. Un altro è non partire nemmeno". 

Sullo sfondo, l'ipotesi della cassa integrazione. "Valuteremo la non riparabilità della situazione. In quel caso ragioneremo di ammortizzatori sociali, che ci sono come ha anche lasciato intendere il ministro Di Maio, ma lo tengo come paracadute che spero di non dover aprire".

Massimiliano Sciullo

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium