/ Scuola e formazione

Scuola e formazione | 19 giugno 2019, 14:32

Maturità 2019, al Primo Levi gli “sportivi” divisi tra Bartali e Dalla Chiesa, le ragazze dell’Itis hanno scelto Ungaretti

In parte minore le scelte sono andate anche su Montanari e l’uso del futuro e Corrado Stajano

Maturità 2019, al Primo Levi gli “sportivi” divisi tra Bartali e Dalla Chiesa, le ragazze dell’Itis hanno scelto Ungaretti

Al Primo Levi di corso Unione Sovietica i maturandi di quest’anno, tutti ragazzi nati nel nuovo millennio, hanno fatto scelte chiare a proposito della traccia per il tema di italiano.

I ragazzi del Liceo Sportivo si sono equamente divisi tra il Generale Dalla Chiesa e il grande Gino Bartali. “Ho scelto Bartali perché mi piaceva l’idea di legare non tanto il ciclismo, quanto lo sport in generale a tematiche che riguardassero la società”, ha spiegato Giorgio Pellan della V Lis. “Ho fatto riferimenti anche alla boxe e al basket, per spiegare come negli Stati Uniti atleti di colore si siano affermati nello sport, aiutando l’emancipazione degli afroamericani. Perché questo è il lato positivo dello sport, anche se non mancano quelli negativi. Perché molti giovani di oggi mollano gli studi, inseguendo il sogno di diventare professionisti, poi magari non ce la fanno e si ritrovano senza un lavoro e senza una adeguata istruzione”.

Il suo compagno di classe Alberto, invece, ha preferito puntare sulla questione del generale Dalla Chiesa: “Io amo lo sport, anche il ciclismo, ma ho trovato questo tema quello più aderente alle mie corde. Anche quello più discorsivo, in cui ho potuto esprimere compiutamente il mio pensiero: alla fine ho scritto addirittura sei pagine”, ci ha raccontato all’uscita dalla scuola. Nathan della V Csa, invece, ha optato per Montanari e l’uso del futuro: “So che non siamo stati in molti a farlo, ma questo era il tema che rispecchiava meglio la mia visione del mondo, penso di essere riuscito ad esprimere compiutamente il mio pensiero”.

Tra le ragazze dell’Istituto Tecnico, invece, pare aver stravinto Ungaretti. “Noi lo abbiamo fatto, ma ho sentito anche molte altre che lo hanno scelto”, chi hanno spiegato Eleonora e Katia della Vb. “Questo poeta lo abbiamo studiato bene a scuola, l’altro non lo abbiamo fatto e lo conoscevamo poco, quindi è stata quasi una scelta obbligata per chi voleva scegliere la traccia legata alla poesia, anche se abbiamo sentito che qualcuna ha optato per Corrado Stajano”.

Passato il tema, da domani si penserà alla seconda prova, intanto il primo scoglio è stato superato. Si spera con successo.

Massimo De Marzi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium