/ Attualità

Attualità | 25 giugno 2019, 18:28

A Torino l'Hackability, per una mobilità accessibile a tutti

Obiettivo: agevolare la vita quotidiana di quanti, oltre un milione solo in Italia, devono convivere con una disabilità motoria

A Torino l'Hackability, per una mobilità accessibile a tutti

Agevolare la vita quotidiana di quanti, oltre un milione solo in Italia, devono convivere con una disabilità motoria. È questo l'obiettivo di Hackability4Mobility, la maratona di progettazione dove i disabili collaboreranno con designer, maker e artigiani per trovare soluzioni nuove per la loro mobilità.

L'iniziativa avrà il suo fulcro a settembre, alla European Mobility Week. "Nel 2018 - l'assessore comunale ai Trasporti Maria Lapietra - avevano lavorato sul tema della cucina, realizzando dei tavoli ed apparecchi per i fornelli. Quest'anno - ha proseguito - si lavorerà sulla mobilità, in particolare su quattro temi: trasporto pubblico locale, auto privata, bici e carrozzine". 

"Un progetto bellissimo - ha aggiunto oggi la sindaca Chiara Appendino - perché offre un approccio trasversale sul tema della disabilità che mira ad abolire ogni barriera. Il nostro obiettivo è permeare ogni nostra politica di tale consapevolezza e per questo ci siamo forniti, dal 20 giugno di un disability manager, nella persona di Fabio Lepore". 

Lapietra ha sottolineato come il progetto, sostenuto da Toyota Motor Italia e Sadem, tenda a dare corpo a progetti in 3d, facilmente replicabili, modificabili in base alle esigenze del singolo e a basso costo.

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium