/ Scuola e formazione

Scuola e formazione | 26 giugno 2019, 22:00

Cit Turin dal cuore d'oro: raccolti i fondi per la sistemazione del cortile dell'asilo Piccolo Torino

Grazie ai genitori, ma anche ad aziende, negozi e associazioni del territorio, il traguardo iniziale di 5000 euro è stato ampiamente superato, arrivando a 7395. Ora l'inaugurazione

Cit Turin dal cuore d'oro: raccolti i fondi per la sistemazione del cortile dell'asilo Piccolo Torino

Si è conclusa la raccolta fondi tra i genitori e i negozi del quartiere Cit Turin finalizzata alla sistemazione del cortile della scuola dell'infanzia Piccolo Torino: sono stati raccolti 7.395 euro rispetto ai 5.000 necessari. Tutto è stato rendicontato al centesimo dal Gruppo Spontaneo di Genitori e il denaro avanzato è stato destinato a tutte le migliorie di cui la scuola e il cortile ancora necessitano (tra cui nuovi arredi e manutenzioni), nella struttura di via Collegno 65.

I più generosi sono stati i genitori dei bambini della scuola stessa, il Piccolo Torino: solo loro hanno totalizzato 4.836 euro partecipando attivamente non solo a mercatini e feste organizzate dalle educatrici (comprese quelle del Nido di via Beaumont) ma anche alla raccolta specifica dedicata: attraverso un sistema di buste e ricevute numerate  che ha garantito l’anonimato dei donatori ma al tempo stesso la trasparenza dell’operazione. Alcuni dati relativi proprio a queste buste: 77 buste pervenute su 125 bambini frequentanti (ha contribuito, quindi, il 61,6% circa delle famiglie) con una media di 41,83 euro a busta.

Poi l’iniziativa ha colpito la sensibilità di alcune aziende e associazioni del territorio impegnate nel sociale e alla ricerca di progetti tangibili e concreti all’interno del quartiere in cui il risultato della donazione fosse immediatamente percepito e usufruibile. In particolare sono pervenute due importanti donazioni: 1.000 euro da Tecnorete di via Principi d’Acaja 19 (agenzia immobiliare guidata da Mara Caiella) e 500 euro dall’Associazione Esedra SP (associazione di ex giocatori, dirigenti e amici del locale Gruppo Sportivo Esedra attivo con Sandro Piccione dal 1960 al 1986).

I negozi hanno invece fatto da punto di raccolta per gli acquirenti della zona. Attraverso la sensibilità e generosità dei loro clienti, sono stati raccolti 1.059 euro: la cifra è stata raggiunta grazie alle singole cassettine posizionate nei 55 negozi soci dell’Associazione “I Principi” (media di 19,25 euro a negozio). Soddisfatta Alessandra Cima, presidente dell’Associazione Commercianti I Principi: «Un bel risultato che ha coinvolto e ampliato i membri della nostra associazione a sostegno di un così bel progetto legato al quartiere».

E finalmente si può parlare di inaugurazione ufficiale alla presenza non solo di tutti coloro che hanno contribuito ma dell’Amministrazione Comunale nella persona dell’Assessora all’Istruzione Antonietta Di Martino che presenzierà mercoledì 26 giugno dalle 16,30 nel cortile vestito a festa grazie all’impegno di maestre e bimbi che lo hanno allestito con bandierine, disegni e tanta allegria.

L’Assessora Di Martino ha ricordato più volte negli incontri con i genitori come la Scuola Piccolo Torino sia il primo esempio scolastico di lavori pubblici realizzati a totale spesa di soggetti privati come previsto dall’Art. 20 del Decreto Legislativo 50/2016 (modalità di solito utilizzata nei restauri di monumenti e chiese ma mai utilizzata per i lavori nelle scuole). L’Assessora ha auspicato che tale modalità si possa estendere a tutte le scuole incoraggiandole ad attivare raccolte fondi private simili a questa. I privati devono però essere consapevoli dell’iter burocratico autorizzativo che sta dietro al risultato fatto di progetti architettonici che devono essere approvati dall’Amministrazione, dal rispetto di tutte le norme di sicurezza e dall’utilizzo di ditte certificate. Insomma un impegno notevole per i genitori che l’Amministrazione ha ringraziato vista anche la velocità d’azione: i lavori in questo caso sono finiti prima del previsto (il 29 aprile anziché il 2 maggio 2019) e il cortile che ufficialmente solo oggi si inaugura è stato subito riaperto ai bimbi della scuola.

“Sono stati mesi faticosi, comprese le vacanze di Pasqua passate a presidiare i lavori. Fatica ripagata dalla gioia nel vedere i propri figli tornare in possesso del cortile valorizzato ora da alcune aree verdi e di una zona in morbida pavimentazione antishock che lo rendono decisamente più accogliente e adatto alle attività didattiche» afferma Simona Pravato, referente del gruppo spontaneo di genitori, che ringrazia, ancora una volta, tutti coloro che l’hanno supportata rendendo possibile quello che fino a qualche mese sembrava utopia.

 

Ancora un grazie proviene proprio dalla Scuola: maestre e bimbi durante l’inaugurazione racconteranno, attraverso il proprio direttore Orsolani, come il contributo di tutti abbia restituito gioia e divertimento.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium