Economia e lavoro - 26 giugno 2019, 18:19

Il torinese Andrea Rota è il Business Angel dell'anno 2019: ha aiutato 25 start up

Ingegnere civile, in cinque anni di attività, ha portato a un totale di 450mila euro di risorse. "E' un bene che ci sia tutta questa attività intorno all'innovazione"

Il torinese Andrea Rota è il Business Angel dell'anno 2019: ha aiutato 25 start up

Andrea Rota ha vinto l’ottava edizione del “Business Angel dell’Anno”, il prestigioso riconoscimento promosso dal Club degli Investitori, con il sostegno di KPMG e Unicredit, per tenere alta l’attenzione sull’importanza del capitale privato per lo sviluppo dell’imprenditoria innovativa, in un Paese che risulta nono nella Top Ten delle nazioni per numero di milionari, con 5mila miliardi di dollari di ricchezza finanziaria personale (fonte: BCG Global Wealth Report 2019).
Tra i primi network di business angel in Italia, il Club degli Investitori annovera tra i propri investimenti imprese come Satispay, Genenta Science, Talent Garden, D-Orbit, Metis Precision Medicine, Sfera Agricola, Supermercato24 e Soundreef, e nei primi 5 mesi dell’anno ha già investito 2 milioni di euro, che diventeranno 3 entro l'inizio dell'estate, pareggiando in sei mesi i risultati 2018.

Ingegnere civile torinese, la cui filosofia è “puntare su team e mercato piuttosto che sulle tecnologie o le idee di business”, Andrea Rota è l’angel investor che più si è distinto per lo spirito imprenditoriale e la capacità nel riconoscere il potenziale delle aziende in fase di sviluppo.

ProntoPro, Bitcoin, Carioca, AdEspresso. Investire per Andrea Rota, che attualmente in Spencer Stuart si occupa di executive search tra Zurigo e Milano, è “un’attività secondaria, un modo per dare un’opportunità anche ad imprenditori emergenti, investendo sovente per primo e utilizzando sempre risparmi personali”. In cinque anni di attività, ha investito in 25 startup, per un totale di “Paid In” pari a 450mila euro ed una performance del portafoglio (TVPI) pari a 2,5X.

“Sono molto contento di questo risultato – il suo commento a caldo – ma soprattutto felice che ci sia tutta questa attività intorno al mondo dell’innovazione. L’impegno è di continuare a condividere cosa vuol dire fare il Business Angel, raccontando in generale la performance dell’intero portafoglio, non solo i casi di successo.”

A consegnare il riconoscimento, il vincitore dell’edizione 2018 e Presidente della Giuria Fabio Cannavale, imprenditore digitale e investitore “seriale”, e Giancarlo Rocchietti, Presidente del Club.

“Un’edizione all’insegna del coinvolgimento e del confronto – ha commentato Rocchietti –. La vittoria di Andrea Rota è la conferma dei trend emersi nel dibattito di questa giornata intensa: la condivisione tra i diversi operatori del settore, l'orientamento internazionale - inteso come volontà di investire sugli italiani all’estero - e poi la visione e la consapevolezza che sono gli imprenditori che possono cambiare il mondo e noi, con il nostro lavoro, possiamo aiutarli a costruire un Paese migliore".

M.Sci

Ti potrebbero interessare anche:
SU