/ torinoggi.it

torinoggi.it | 26 giugno 2019, 18:48

No Tav lasciano libera la via d'accesso al cantiere: 40 le persone identificate dalla Digos

I manifestanti saranno denunciati per blocco stradale, tre di loro anche per inottemperanza al foglio di via obbligatorio dal Comune di Chiomonte

No Tav lasciano libera la via d'accesso al cantiere: 40 le persone identificate dalla Digos

Si è risolta intorno alle 17:30 la situazione relativa ai manifestanti del centro sociale Askatasuna e No Tav che hanno bloccato la circolazione stradale su via dell’Avanà (strada che dal Varco 1 conduce all’area di interesse strategico nazionale del Cantiere TAV di Chiomonte), posizionando anche un gazebo.

A seguito di una prolungata attività di mediazione, alle 17.30, dopo l’intervento sul posto anche del Sindaco di Chiomonte, i circa 40 manifestanti hanno rimosso il blocco allontanandosi tutti insieme da via dell’Avana.

Nella circostanza, il personale della Digos ha riconosciuto 40 militanti antagonisti ed aderenti al Movimento No-Tav che saranno denunciati all’Autorità Giudiziaria per il reato di blocco stradale mentre 3 di loro anche per inottemperanza al Foglio di Via Obbligatorio dal Comune di Chiomonte. Tra loro è stato riconosciuto anche il leader di Askatasuna, Giorgio Rossetto.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium