/ Cronaca

Cronaca | 01 luglio 2019, 06:36

Giugno a Torino, dai droni ai riflessi del sogno olimpico. Ma anche il giallo delle Bahamas e il caso-Pavone

Settimane movimentate per il capoluogo piemontese, alle prese anche con un nuovo avviso di garanzia per la sindaca Appendino e il dibattito sulla Sea watch. Sul fronte sport, la Juve riparte da Sarri

Giugno a Torino, dai droni ai riflessi del sogno olimpico. Ma anche il giallo delle Bahamas e il caso-Pavone

Il mese di giugno, per Torino, comincia accompagnando le evoluzioni della trattativa tra Fca e Renault per la fusione, anche se con il passare delle settimane la situazione andrà complicandosi, fino a fermarsi. Ma sempre nei primi giorni del mese la città accoglie anche la visita del premier Giuseppe Conte, per trattare del tema della qualità dell'aria, ma anche del codice degli appalti.

E' però la zona lungo il Po a fare da cornice al primo vero giallo di un'estate ormai incombente: in duo punti diversi il fiume restituisce infatti i corpi di due giovani originari delle Bahamas. Ma resta il mistero sulle cause e sulla dinamica della loro morte.

Ed è ancora la cronaca a mettere Torino al centro dei riflettori su scala nazionale: a seguito di un tentato furto, un tabaccaio spara e uccide un ladro a Pavone Canavese. Una vicenda che, accanto alla tragedia umana, riapre il dibattito sulla legittima difesa e che vede schierarsi anche il vicepremier Matteo Salvini.

Ma giugno è anche il mese in cui l'Italia scopre la passione per il calcio femminile, con la Nazionale impegnata ai Mondiali. E tra le stelle azzurre brilla quella di Barbara Bonansea, bomber da Bricherasio. Mentre la Juve si risveglia dal sogno Guardiola e affida il suo futuro al grande ex "nemico", Maurizio Sarri, scatenando non poche polemiche tra la tifoseria.

Si rinnova poi l'appuntamento con il Gay pride, alla presenza di Vladimir Luxuria e di moltissime persone che colorano le strade della città. Ma in quelle stesse ore è la stessa Chiara Appendino, che aveva appena preso parte alla manifestazione, ad annunciare di aver ricevuto un nuovo avviso di garanzia: si tratta della vicenda legata al Salone del libro e al suo ex portavoce, Luca Pasquaretta.

Intanto, anche i ragazzi di Torino scoprono la nuova Maturità, da poco riformata. Non senza qualche timore. Mentre il dibattito sull'attualità si sposta sul tema migranti: ancora una volta è l'arcivescovo di Torino a scuotere le coscienze, offrendosi di ospitare le persone bloccate sulla Sea Watch, scatenando le immaginabili polemiche politiche (dove, ancora una volta, non manca anche l'intervento di Matteo Salvini).

La festa con i droni per San Giovanni regala suggestioni, ma anche fischi (in diretta tv nazionale) per il ritardo dell'inizio dello show. Sono anche le ore in cui l'accoppiata Milano-Cortina vede assegnarsi le Olimpiadi Invernali del 2026 e questo, da un lato, scatena i rimpianti di chi avrebbe voluto vedere Torino in quel ruolo, mentre dall'altro si attiva la diplomazia per cercare di ritagliare un posto proprio per il capoluogo piemontese. E il dialogo tra Appendino e Sala sembra riaprirsi.

Massimiliano Sciullo

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium