/ Cronaca

Cronaca | 12 luglio 2019, 18:32

La Guardia di Finanza di Torino scova imprenditore che aveva riciclato 600 mila euro frutto di truffe informatiche

Protagonista un commerciante di auto di origini nigeriane

La Guardia di Finanza di Torino scova imprenditore che aveva riciclato 600 mila euro frutto di truffe informatiche

Con una truffa informatica ben congegnata, aveva riciclato 600 mila euro attraverso false transazioni commerciali. Ma le fiamme gialle sono riuscite a risalire a lui.

La Guardia di Finanza di Torino ha arrestato O.L., quarantenne commerciante di auto di origini nigeriane, che aveva ricevuto sul proprio conto corrente ingenti somme di denaro provento di truffe ai danni di alcune aziende italiane ed estere. L'uomo ha cercato di farle sparire, disponendo bonifici verso l'estero e prelevando la provvista di denaro in contanti, ma ormai era tardi per riuscire a farla franca.

I finanzieri hanno sequestrato 400 mila euro ancora sui suoi conti correnti, con ogni probabilità frutto dell'attività truffaldina. Le somme più importanti erano state versate da due inglesi per l'acquisto di due yacht da un cantiere navale italiano. Yacht ovviamente fantomatici.

m.d.m.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium