/ Cronaca

Cronaca | 21 luglio 2019, 15:53

Pakistan, l'alpinista rivolese caduto sul Gasherbrum VII raggiunto dalla spedizione di salvataggio

Due colleghi arrivano in cordata: dovranno trasportarlo in una zona "buona" per l'arrivo degli elicotteri. La Farnesina: "Contatto costante con le autorità del luogo". Cirio: "Situazione dovrebbe risolversi domattina". L'uomo stava sciando sul Gasherbrum VII

Pakistan, l'alpinista rivolese caduto sul Gasherbrum VII raggiunto dalla spedizione di salvataggio

L'alpinista Francesco Cassardo e il suo compagno di cordata Cala Cimenti sono stati raggiunti da colleghi partiti in mattinata dal campo base.

Cassardo, un trentenne medico rivolese, esperto alpinista, era rimasto ferito ieri sul Gasherbrum VII, in Pakistan, dove si era cimentato in una sciata a 6.300 metri di altitudine (qui il link). Ora dovrà adesso essere trasportato a una quota più bassa e raggiungibile in sicurezza dagli elicotteri. A portarsi sul posto, oggi, sono stati gli alpinisti Denis Urubko e Dan Bowie. Dal campo base, secondo quanto viene riferito, si stanno preparando a muoversi anche due polacchi.

"Visto che l'elicottero non arriva abbiamo deciso di portarlo giù a piedi. Probabilmente cammineremo tutta la notte ma portiamo Francesco in salvo": è questo il messaggio che l'alpinista Cala Cimenti ha diffuso - riporta l'Ansa - dopo essere stato raggiunto.

Così la Farnesina su Twitter: "Il ministro degli Esteri Enzo Moavero Milanesi conferma che da ieri con la Farnesina e l'Ambasciata si sta chiedendo alle autorità pachistane di fare il massimo per soccorrerlo nei tempi più rapidi. Costante è il contatto coi suoi familiari".

“Confidiamo che Francesco Cassardo possa essere soccorso e portato al sicuro al più presto e che la situazione si risolva nelle prime ore di domani, come mi è stato riferito dall’unità di crisi della Farnesina”, ha invece spiegato il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio. “Sono in contatto personalmente con il Capo di Gabinetto del ministro Moavero e con la famiglia di Francesco. Ci auguriamo possa tornare presto a casa e ci mettiamo a disposizione per tutto ciò che potrà essere utile”.

redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium