/ Cronaca

Cronaca | 21 luglio 2019, 12:26

Precipita sul monte pakistano: grave un giovane medico di Rivoli appassionato di alpinismo

L'incidente sugli sci. Con lui c'era un amico torinese. Ora una spedizione internazionale per salvarlo. La famiglia scrive al ministro degli Esteri

Foto tratta da Facebook

Foto tratta da Facebook

È precipitato per centinaia di metri, con gli sci, mentre era sul Gasherbrum VII, in Pakistan. Un giovane medico di Rivoli, ma che lavora all'ospedale di Pinerolo, Francesco Cassardo, 30 anni, è ora bloccato sulla montagna himalayana, a circa 6.300 metri di altitudine.

Al momento dell'incidente con lui c'era un amico torinese, Cala Cimenti, suo compagno di cordata, che da ieri alle 12 gli sta prestando soccorso e ha passato la notte accanto a lui. Entrambi sono appassionati di sci estremo e per questo avevano deciso di tentare la discesa dalla vetta.

L'incidente è avvenuto ieri pomeriggio dopo che la salita in vetta non aveva dato problemi. Ora il giovane medico rivolese si trova ancora lì, a 6.300 metri, cosciente ma impossibilitato a muoversi a causa delle ferite riportate. Il compagno è però riuscito a spostarlo in una zona non difficile da raggiungere con l'elicottero. Cimenti ha fatto sapere che pur essendo in condizioni "gravi ma stazionarie", Cassardo è "vigile e lucido" e in grado di dare indicazioni ai soccorritori.

Una prima spedizione internazionale di recupero è già partita questa mattina, a piedi. Ma presto potrebbe alzarsi in volo anche un elicottero. "Signor ministro, la prego mi aiuti. Ci aiuti. Mio fratello sta morendo. Siamo arrivati al limite. Se non si alzerà presto un elicottero morirà. Ogni minuto perso è una probabilità in meno di salvarsi per Francesco. Finora ogni intervento del nostro ambasciatore non ha sbloccato la situazione. Chiedo a lei, signor ministro, di fare qualcosa, qualsiasi cosa, per provare a salvarlo". E' il testo del messaggio indirizzato al ministro degli Esteri Enzo Moavero Milanesi da Stefano Cassardo, il fratello di Francesco.

redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium