/ Cultura e spettacoli

Cultura e spettacoli | 23 luglio 2019, 07:47

“Una Torre di libri” e il sogno del cinema di Valle

Stasera una proiezione che ricorda la storia di Torre Pellice. Alle 18, Quirico racconta la storia di Giovanni Lo Porto, cooperante ucciso tra Afghanistan e Pakistan

“Una Torre di libri” e il sogno del cinema di Valle

“Quando l’abbiamo visto, abbiamo detto è la nostra storia!”, il vicesindaco di Torre Pellice Maurizia Allisio introduce così la proiezione che si terrà stasera, alle 21,15, a “Una Torre di Libri”, al padiglione del Parco delle Betulle di via Roberto D’Azeglio.

Il film ha un legame con il gruppo “Verso il cinema di Valle”, che da tempo sta organizzando iniziative e cercando fondi per riaprire il cinema torrese.

“Un cine en concreto” del 2017 è diretto da Luz Ruciello, regista di Buenos Aires, che sarà presente alla serata, e racconta la storia di Omar, un muratore che si mette a costruire un cinema da solo. “Dimostra come l’impegno personale porti dei risultati” sottolinea Allisio.

Prima del film verrà proiettato il cortometraggio “Costituzione in corto. Articolo 3” realizzato all’interno del progetto “Costituzione e Cittadinanza” del Liceo Valdese, con la regia di Anna Giampiccoli.

L’appuntamento sarà preceduto, alle 18, dall’incontro con il giornalista de La Stampa Domenico Quirico, che presenterà il suo “Morte di un ragazzo italiano. In memoria di Giovanni Lo Porto” (Neri Pozza), che ripercorre la storia del cooperante ucciso da un drone statunitense, nel 2015, al confine tra Afghanistan e Pakistan.

Marco Bertello

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium